Il Secret Service teme un attacco di droni per l’insediamento di Trump

0

Il 20 gennaio prossimo il presidente eletto Donald Trump diventerà a tutti gli effetti presidente degli Stati Uniti. Il Secret Service, cioè la guardia personale del presidente, teme un attacco chimico o esplosivo con piccoli droni

Droni all’attacco durante la cerimonia di insediamento del presidente Trump? Il Secret service, insieme con l’FBI e la Homeland Security, prendono molto sul serio la minaccia e hanno fatto esercitazioni specifiche per ferare droni modificati per portare minacce chimiche o esplosivi.

Lo rivela il direttore del secret Service, Joseph Clancy, che ha fatto sapere che le esercitazioni servono per scongiurare “ciò che non vorremmo mai vedere venerdì prossimo”.  Sono ben 1600 gli agenti in assetto da battaglia che proteggeranno uno dei più delicati passaggi di consegne tra presidenti nella storia degli Stati Uniti.

In una delle esercitazioni, un drone è stato impiegato per spruzzare una sostanza verde (ovviamente innocua) sulla macchina che apre il corteo presidenziale. Nel test è andato tutto bene, il drone è stato abbattuto dalla scorta mentre il corteo presidenziale si metteva al sicuro. Vedremo venerdì se la minaccia è solo pura teoria o se i timori avevano qualche fondamento.

714 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: