Nuovi scenari standard per volare con il drone anche di notte

0

Enac integra gli scenari standard per le operazioni critiche con i piccoli droni: oltre a quelli già noti per le operazioni urbane, si aggiungono scenari extraurbani e la possibilità di volare di notte, sia in città sia fuori.
Gli scenari standard sono importantissimi per chi lavora con i droni perché se rispettati consentono di ottenere in tempi brevissimi l’autorizzazione all’operazione, mentre se per qualche motivo le limitazioni non possono essere rispettate allora bisogna  ottenere l’autorizzazione caso per caso, con tempi sensibilmente più lunghi. Si applicano esclusivamente ai SAPR, i droni usato per lavoro, e non ai droni amatoriali e agli altri aeromodelli.

Scarica la nota informativa ENAC

Gli scenari standard non prevedono mai il sorvolo di persone a meno che non siano indispensabili alle operazioni o addestrate allo scopo, e talvolta non richiedono nemmeno il terminatore di volo.

S01 – impiego di APR di massa operativa al decollo minore o uguale a 2 kg che non possiedono le caratteristiche di inoffensività di cui all’art. 12 in area urbana. Terminatore non richiesto. (scarica)

S02 – impiego di APR di massa operativa al decollo maggiore di 2 kg e minore o uguale a 4 kg in area urbana; terminatore richiesto, return to home richiesto (scarica)

S03 – impiego di APR di massa operativa al decollo maggiore di 4 kg e minore o uguale a 10 kg in area urbana; terminatore richiesto, richiesti  geofencing e return to home (scarica)

S04 – impiego di APR di massa operativa al decollo minore o uguale a 4 kg che non possiedono le caratteristiche di inoffensività di cui all’art. 12 in area extraurbana su cantieri o infrastrutture lineari quali ad es. autostrade, elettrodotti, ferrovie, gasdotti; terminatore non richiesto (scarica)

S05 – impiego di APR di massa operativa al decollo maggiore di 4 kg e minore di 25 kg in area extraurbana su cantieri o infrastrutture lineari quali ad es. autostrade, elettrodotti, ferrovie, gasdotti; terminatore richiesto, richiesti  geofencing e return to home (scarica)

S06 – impiego di APR di massa operativa al decollo minore o uguale a 4 kg che non possiedono le caratteristiche di inoffensività di cui all’art. 12 in area extraurbana per riprese televisive cinematografiche; terminatore non richiesto, return to home richiesto (scarica)

S07 – per impiego di APR di massa operativa al decollo maggiore di 4 kg e minore di 25 kg in area extraurbana per riprese televisive cinematografiche. Terminatore richiesto, richiesti  geofencing e return to home(scarica)

Enac specifica anche che gli operatori già in possesso di autorizzazione rilasciata secondo gli scenari S01, S02 o S03 possono considerare già approvati gli scenari extraurbani da S04 a S07. Negli scenari che prevedono il volo a vista notturno, i droni dovranno avere luci di navigazione di tipo aeronautico (verde a destra, rosso a sinistra, bianco in poppa) e l’area di volo è limitata rispetto al VLOS diurno.

 

3498 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: