Droni: Ultimi giorni per convertire l’Attestato di pilota remoto

0

Il 30 giugno scadono gli Attestati di pilota Remoto (il cosiddetto “patentino per i droni”) che gli operatori professionisti devono necessariamente avere per volare per lavoro, o meglio, per qualunque cosa che non sia divertimento o sport, ottenuto prima del luglio 2016. Non sono previste proroghe, ma niente paura: anche se l’attestato scaduto non si piò più usare, lo si può convertire anche dopo la scadenza.

Non c’è stata la temuta corsa alla coversione dei “patentini” in scadenza, ma piuttosto un ordinata affluenza alle scuole di volo per convertire alle nuove regole gli attestati ottenuti con l’edizione 2 del regolamento Enac. La conversione si deve fare in una scuola di volo riconosciuta (vedi elenco) e il costo dipende molto da come si è ottenuto l’attestato, se si è fatta anche la parte pratica oppure no.

Non c’è nessuna proroga a questa scadenza, dal primo luglio gli attestati presi con le vecchie regole non saranno più utilizzabili per il volo con i APR, ma non per questo si autodistruggono: restano congelati, in atesa che il pilota lo converta, quando gli è più comodo. Non c’è una data di scadenza del vecchio documento, quindi i piloti che non hanno lavori in vista per luglio e agosto possono convertirlo con calma a settembre, o anche dopo, a seconda delle necessità individuali.

Ricordiamo che molte, ma non tutte, le scuole convenzionate con Dronezine offrono sconti a soci e abbonati di DronEzine anche per e conversioni, meglio chiedere prima in segreteria se si ha diritto allo sconto.

1661 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: