Nuovo record di durata, drone americano resta in volo per oltre 4 ore

0

Nel mondo dei droni, si sa, generalmente la durata delle performance conta molto più delle dimensioni. Ecco allora spiegato il sorriso pieno di soddisfazione del CEO della startup californiana Skyfront, mentre presenta il video che testimonia come il multirotore Tailwind prodotto dalla sua azienda sia rimasto in volo (sostanzialmente in hovering) per la bellezza di 4 ore e 34 minuti – grosso modo la durata di 3 partite di calcio –  stabilendo un nuovo record in questo settore.

Il tempo fatto registrare da Tailwind ha polverizzato, a distanza di nemmeno una settimana, quello di 3 ore di cui si era fatta vanto la cinese FoxTechhobby, e come nelle migliori gare a chi ce l’ha più lungo (il tempo di volo, ovviamente) il CEO americano si è affrettato a dichiarare che con qualche ulteriore modifica il loro multirotore riuscirebbe a superare perfino le 5 ore.

Il drone TailWind, che può spingersi sino a 250 km di distanza dall’operatore, volando ad una velocità massima di 56 km/h, dispone di un motore ad alimentazione ibrida, per metà energia elettrica e per metà gasolio.

Video: il TailWind della Skyfront resta in volo per oltre 4 ore

Con questo record, l’azienda californiana compie un concreto passo in avanti nella sua mission di creare dei sistemi di droni completamente autonomi, in grado di volare a grandi distanze e ben oltre la linea di vista dell’operatore, magari con lo scopo di rimpiazzare gli elicotteri, che sono costosi e pericolosi per i piloti a bordo. Enormi sarebbero i vantaggi che un drone del genere potrebbe portare nei settori dell’ agricoltura, delle ispezioni e del soccorso in caso di emergenza, soprattutto in termini di risparmio di tempo e di costi.

L’azienda californiana ha scelto di puntare su un multicottero invece del modello ad ala fissa, perché è più agile, si comporta meglio in caso di vento e soprattutto ha il vantaggio di poter restare per molto tempo in hovering. Il drone Tailwind è al momento disponibile solo per poche aziende selezionate per l’Early Access Program, mentre la produzione vera e propria dovrebbe iniziare nel primo quadrimestre del prossimo anno.

Maggiori info su questo drone le trovate sul sito del produttore.

1728 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: