A Ottobre 320 nuovi operatori di droni. Più della metà sono trecentini

0

I dati definitivi di Ottobre confermano l’impressionante trend di crescita dei piccoli droni inoffensivi sotto i 300 grammi, che possono essere usati per lavoro anche in città senza patentino. E sono gli unici che possono volare sulla gente, anche se non sulla folla. In flessione, ma tengono, i droni più grandi: quelli che – se usati per lavoro – richiedono patentino e visita medica.

Negli ultimi sei mesi, abbiamo assistito al sorpasso dei trecentini sui droni non inoffensivi: la storica svolta è avvenuta a Settembre, e non accenna a scendere. I dati in percentuale (immagine sopra, in blu i trecentini, in rosso gli altri SAPR) possono nascondere un fatto statistico interessante: l’apparente leggera flessione dei droni inoffensivi tra settembre e ottobre non è dovuta a un calo delle dichiarazioni presentate dai trecentisti, che è sostanzialmente invariata, anzi, i trecentini sono addirittura cresciuti (172 a settembre,  174 a ottobre) quanto al rapido recupero dei droni non inoffensivi, che hanno messo a segno un settembre magico, dopo la pausa forzata di Agosto, che ha interessato tutte le macchine e ovviamente dipende dalle ferie:

Dai dati in volume ci sono molti motivi per essere ottimisti. In generale i SAPR riconosciuti da ENAC negli ultimi sei mesi (caso particolare di Agosto a parte) hanno avuto un incremento del 30%.

Se i trecentini sono in piena esplosione, dopo l’arrivo dello Spark (un incremento del 1.000%, ma è un fuoco di paglia: prima dello Spark i trecentini mettevano a segno numeri davvero scarsi, praticamente insignificanti),  i droni non inoffensivi comunque tengono e il loro trend di crescita dopo la pausa estiva li porta a riavvicinare i livelli del maggio scorso. Vero, il pieno recupero dopo due mesi di declino (giugno e luglio) sono  ancora lontani. Ma il recupero tra agosto e ottobre è robusto, e fa ben sperare.
Insomma, in conclusione i “trecentini” non hanno “rubato” nulla ai cugini più pesanti, si sono semplicemente aggiunti, e il loro straordinario successo ci ha portato a raggiungere il risultato di sfondare il muro delle 300 macchine registrate in un mese: un bel successo per tutti. Più macchine, più piloti, più business, più visibilità per il nostro mondo. E tanti, tantissimi bravi fotografi e valenti aeromodellisti che possono cominciare a farsi le ossa nel mondo del lavoro con i SAPR, senza lo scoglio di dover prendere un attestato di pilota remoto. 

 

3715 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: