DJI Goggles RE, visione in FPV con droni da racing

0

DJI stupisce ancora. Dopo aver immesso sul mercato i visori DJI Goggles, utilizzabili su droni quali Mavic, Phantom, Insprire e permettere una visione in FPV (pilotaggio con visuale in prima persona) e in alta definizione, ecco che DJI presenta la versione degli occhiali DJI Goggles RE.
Dove il RE sta per Racing Edition.

I DJI Goggles RE (Racing Edition) incorporano un ricevitore sulla banda dei 5,8 Ghz usata dai tx video dei comuni droni da FPV racing.
Ma il vero vantaggio della nuova versione di  questi visori digitali, consiste nel fatto che se abbinati ad un apposito trasmettitore e ad una apposita telecamera, permettono al sistema video di essere montato su un normale drone da FPV Racing consentendone il controllo e la visione delle immagini in HD provenienti dalla telecamera con la copertura di quasi 4Km.
(in Italia, per l’estero sarebbero circa 7Km. Tuttavia in Italia il regolamento prevede una distanza massima dal pilota di 200 metri e vieta l’uso del pilotaggio in solo FPV)

Lo svantaggio è che il sistema sarà parecchio costoso, anche se per ora ci sono solo rumors in giro, ma considerando che gli occhiali tradizionali DJI Goggles, quelli bianchi per intenderci costano circa 500 euro; risulta facile pensare che bisogna aggiungere una telecamera digitale e il trasmettitore Ocusync e si possa arrivare a una cifra quasi doppia.

Tutto il sistema video, può essere abbinato alle più recenti e conosciute flight control per droni da FPV racing, quali F3, F4 o CC3D. Addirittura se la camera venisse sostenuta e mossa da servocomandi, sarebbe possibile orientarne la visione con il solo movimento della testa che indossa i Goggles a patto di aggiungere un ulteriore modulo denominato Ocusync Air.

Insomma un bel giochino, con una altra forse piccola pecca: quella della latenza della ricezione delle immagini trasmesse dalla telecamera a bordo. Si parla di qualche millisecondo e in un volo tranquillo di video riprese o facendo finta di essere un passeggero virtuale con un altro pilota sicuramente non ci si rende conto di questo ritardo.
Alle velocità consistenti di un drone racing e considerando la prontezza di riflessi che deve avere un pilota per schivare gate e bandiere, forse potrebbe dare fastidio.
Bisognerà attendere qualche volenteroso che li provi e ci sia un parere veritiero.

I visori DJI Goggles RE, rimangono ovviamente compatibili con tutti i droni Phantom, Mavic e Inspire; lo Spark è al momento escluso.

Per ora sentiamo la descrizione delle caratteristiche tecniche, osservando il video di presentazione in occasione della inaugurazione del DJI Store di Milano del 30 novembre ultimo scorso.

 

619 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: