Il drone che monitorizza l’andamento delle barche da regata

0

Abbiamo avuto il piacere di conoscere Francesco Naglia, ravennate, appassionato di vela e recentemente anche di droni, che ha pensato bene di coniugare i due interessi per crearne un business.

Ancora pochi anni al primo giro di boa dei 50, Francesco Naglia laureato in agraria e dopo aver trascorso alcuni anni nella azienda agricola della famiglia, decide di lasciarsi affascinare dalla tecnologia. Il mondo dei droni gli permette di aprire lo sguardo a nuovi orizzonti e così dopo aver conseguito l’attestato di pilota seguendo un corso presso Italdron Academy di Ravenna, apre una azienda di servizi di video riprese con il drone.  Come operatore riconosciuto da ENAC svolge la sua attività come tanti suoi colleghi, ma una sua peculiarità lo rende per il momento unico nel suo genere.
Data la sua passione per la vela, si avvicina al mondo delle regate e in breve tempo diventa un tassello fondamentale per il Circuito della 52 SUPER SERIES. “Ma non solo” – precisa il pilota di droni ravennate telefonicamente – “anche RC44 e Maxi72 e adesso sono per la prima volta a Montecarlo con la classe SWAN dell’azienda Nautor. Qui ci saranno le regate di SWAN50, SWAN45 e SWAN42″.

Grazie alle sue riprese aeree fornisce agli equipaggi la visione dell’alto dell’assetto della barca e con un particolare software, si interfaccia con il programma usato a bordo che raccoglie tutta una serie di dati quali velocità, vento, posizione, gradi di inclinazione. Insomma tutti sensori installati, anemometri, giroscopi, accelerometri, antenna gps, forniscono una serie di dati che vengono analizzati da programmi specifici per la navigazione a vela, in aggiunta a questo, le immagini registrate dal drone di Naglia vengono sincronizzate per fornire una analisi ancora più approfondita e specifica.

 

Nell’intervista in testa all’articolo paragoniamo la sua attività a quella di tanti allenatori del calcio italiano che usano i droni per registrare gli allenamenti e studiare le strategie in campo.

Approfondiremo nel corso dei prossimi articoli l’attività di Drone Project e di Francesco Naglia, corredata se possibile da foto e filmati. Nel frattempo gli auguriamo tutto il buon vento possibile e in bocca al lupo per la sua attività davvero inusuale.

1143 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: