Grosseto, termocamere e droni per prevenire gli incendi

0

Se l’anno scorso gli incendi hanno fatto più che mai da contorno all’estate italiana, le amministrazioni locali di molte città a rischio si stanno già muovendo per prevenire il problema, orientandosi verso una direzione ben precisa e cioè verso l’uso della tecnologia avanzata.

A questo proposito, il comune di Grosseto ha deciso di fare ricorso all’uso di una termocamera e di alcuni droni per monitorare il rischio di incendi su tutto il territorio, caratterizzato da pinete e aree di macchia mediterranea. In particolare, la termocamera è in grado di individuare un principio di rogo fino a 6 km di distanza, mentre i droni, donati alla causa civica da un’azienda locale, saranno in tutto 3 ad alternarsi e pattuglieranno le zone a rischio negli orari più pericolosi, pronti a lanciare tempestivamente l’allarme in caso di incendio e al contempo vigilando sulla presenza di sospetti piromani, le cui eventuali riprese video aiuteranno le forze dell’ordine durante le indagini.

«L’obiettivo è scoraggiare i piromani» ribadisce il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna, che aggiunge «Vogliamo essere pronti a reagire in caso di emergenza e questo è il risultato di un lungo lavoro che stiamo mettendo in atto grazie ai tecnici e all’assessore alla Protezione civile Fausto Turbanti».

In attesa che il progetto ottenga le definitive autorizzazioni, il Comune di Grosseto ha già ottenuto un primo parere favorevole da parte della Regione Toscana.

799 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: