Una gara internazionale per portare con i droni i vaccini nel paradiso tropicale di Vanatu

0

UNICEF ha pubblicato, a nome del Ministero della salute di Vanuatu, un bando di gara per l’uso di droni, come mezzo di trasporto rapido, affidabile ed efficace per consegnare vaccini dalle principali strutture sanitarie ai dispensari, alle postazioni di soccorso e alle squadre di vaccinazione mobile.

Chi vuole partecipare al bando, che chiude il 30 giugno prossimo (ma i termini potrebbero essere riaperti), deve prevedere anche il mantenimento della temperatura del carico tra 2 e 8 gradi Celsius per garantire che la catena del freddo non sia interrotta e che i vaccini siano consegnati in condizioni ottimali.

L’obiettivo principale del progetto è testare la fattibilità tecnica e la sostenibilità economica di includere questa nuova modalità di trasporto nel già esistente “Expanded Program on Immunization (EPI)“, come risorsa di consegna dell’ultimo miglio. Per raggiungere questo obiettivo, il Ministero della salute sta cercando di contrattare fino a tre appaltatori di servizi attraverso un processo di approvvigionamento governativo. Finora sono state rilasciate ufficialmente tre richieste per i processi Tender (RFT) per i servizi fisici, rispettivamente per Pentecost, Epi & Shepherds e Erromago,

La data di chiusura del bando è il 30 giugno 2018 e tutte le comunicazioni devono essere presentate elettronicamente. Potrebbe essere possibile richiedere un’estensione di questa scadenza. Tutti i documenti pertinenti (gara d’appalto e capitolato d’oneri) sono disponibili su unicefstories.org

A proposito, Vanatu è uno Stato insulare  del Sud Pacifico composto da circa 80 isole che si estendono per 1300 km. Non è mica uno scherzo collegare un arcipelago con i droni.

977 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: