Recensione drone iTekk X-PLORER

0

Con l’estate crescono non solo la voglia di andare al mare o in montagna, ma anche quella di fare foto e video riprese aeree magari con l’ultimo drone dotato di GPS e Return To Home. Se poi si aggiunge la comodità di poterlo acquistare in un centro commerciale, allora l’impulso risulta essere incontenibile.

Recensione prova in volo e prezzo del drone iTekk X-PLORER

Abbiamo provato per voi in anteprima, ancora non è presente negli scaffali della grande distribuzione organizzata il drone X-PLORER, una proposta di MT Distribution che tramite il nuovo marchio iTekk propone alla grande platea di appassionati di HiTech, oltre ai droni che già abbiamo recensito su queste pagine, anche hoverboard, monopattini e skateboard elettrici a cui aggiungere le recenti e-bike.
Il prezzo al pubblico del drone X-PLORER è di euro 249,00

Caratteristiche tecniche

  • Distanza di controllo 1Km
  • Motori brushless
  • Pilotaggio in FPV
  • Comando headless
  • Funzione Return To  Home
  • Camera FullHD
  • Foto size 1600×1200 compresse in jpg
  • Video size 1920x1080px compressi in mp4
  • Autonomia di volo 20 minuti
  • Telemetria incorporata
  • Dimensioni cm. 20,5 x 14,5
  • batteria ai polimeri di Litio 2s da 1800mAh

 

Confezione e unboxing

Una scatola accattivante con sovra impresse tutte le peculiarità del drone X-PLORER. All’interno due porzioni di polistirolo non troppo resistenti a dire il vero, dentro i quali trovano alloggiamento sia il drone con radiocomando, il caricabatterie, un set di eliche di ricambio e un cacciavite per aprire il retro della radio e installare le 4 batterie formato AA non incluse.

 

Decollo e atterraggio in automatico, una bella comodità

Oramai quasi tutti i droni, anche quelli di classe inferiore al drone iTekk X-PLORER, implementano la funzione di decollo e atterraggio in automatico.
Nel caso dell’ultimo articolo proposto dal distributore iTekk, dobbiamo dire che X-PLORER decolla senza indecisione e altrettanto fa in atterraggio. Considerando che non ha sensori inferiori e tanto meno telecamere puntate verso in basso, il solo uso del barometro garantisce ugualmente sicure partenze e altrettanto morbide discese sino a terra a prova di qualsiasi principiante.

Radiocomando, non troppo stiloso, ma decisamente funzionale

Non è certamente una radio ultramoderna quella fornita a corredo con il drone X-PLORER, oseremmo dire molto ‘”giocattolosa” e costruita in plastica nera. Non ci sono tanti fronzoli estetici, anzi il design appare un po’ retrò, ma alla fine ha tutti i comandi correttamente posizionati con icone che rendono bene l’idea di che cosa succederà premendo un tale pulsante o muovendo un certo slider.
Anche il display LCD non è di ultima generazione, eppure visualizza importanti informazioni, persino telemetriche, sulla distanza e altezza del drone, sulla autonomia residua della batteria di bordo e sulla forza del segnale ricevuto. Insomma, semplice, ma con tutte le informazioni che servono.
Gli stick sono molto leggeri, fluidi  e abbastanza precisi. Esteticamente non parliamo di una radio da mettere in copertina, ma comunque ampiamente usabile senza intoppi o manchevolezze.

 

Telemetria e visione in prima persona FPV

Un altro aspetto che contraddistingue il drone iTekk X-PLORER è la possibilità di ricevere non solo la trasmissione in tempo reale di quanto visualizzato o registrato dalla camera di bordo, ma l’indicazione direttamente sul radiocomando della distanza e altezza del drone in modo da avere sempre il controllo della situazione del mezzo a pilotaggio remoto.
La trasmissione in FPV ci è sembrata abbastanza fluida e coerente per tutta la distanza percorsa (entro i limiti di legge). La portata del radiocomando è  garantita sino a 1 km, il collegamento FPV avviene tramite il radiocomando e non con la WiFi dello Smartphone.

Applicazione in continua evoluzione

Avevamo già visualizzato qualche mese fa l’applicazione per smartphone o tablet che controlla il drone iTekk X-PLORER e in questi 40 giorni, sono state introdotte nuove funzioni, davvero molto utili. Tramite l’app e con qualche semplice tap sullo schermo è possibile verificare il buon funzionamento della sensoristica di bordo, quali: GPS, settaggio del magnetometro, giroscopi nonché barometro. Al contempo in una altra schermata si possono modificare i parametri di volo, quali: massima distanza, massima altezza garantendo quindi anche all’utente meno esperto, la tranquillità di non far andare il drone X-PLORER troppo lontano e mantenendolo sotto il proprio controllo.

 

Come vola il quadricottero X-PLORER

Il volo del drone iTekk X-PLORER è molto fluido e sincero, ma andiamo per gradi. Dopo aver acceso il radiocomando e il drone, è sufficiente incastrare la batteria e fissarla girando l’apposito slider inferiore, si appoggia il quadricottero su una superficie piana e si preme il bottone rosso situato sull’angolo sinistro della radio e si armano i motori. Tale pulsante serve anche per spegnerli in caso di emergenza.

A quel punto si può schiacciare il bottone che fa eseguire il decollo in automatico e dopodiché il quadricottero si posiziona a una altezza di circa 1 metro e grazie al GPS rimane fermo in attesa di istruzioni.
Il volo è molto plastico, reattivo e senza sorprese. Abbiamo notato solo un certo slittamento laterale del drone lasciando i comandi. Il motivo è molto semplice, eravamo in modalità solo barometro. Quindi il mantenimento dell’altezza era garantito solo dal sensore di pressione. Per passare in modalità GPS occorre far slittare sulla destra lo slider con il segno del satellite sotto allo stick di sinistra. Altra cosa importante, il manuale di istruzione segnala di dover eseguire la calibrazione della bussola prima di ogni volo, cosa peraltro velocissima, al fine di assicurarsi un ottimo e preciso mantenimento della posizione e un Return To Home altrettanto impeccabile.


Tolto quel fastidio, dobbiamo dire per l’appunto che il volato del X-PLORER è fluido e piacevole. Lo abbiamo provato anche in modalità headless, adatta ai principianti, che garantisce comunque un controllo del quadricottero anche se non si capisce come sia orientata la prua.
Il Return To Home funziona bene. dopo aver premuto il pulsante sul lato superiore destro del radiocomando, si sente una segnalazione sonora, il drone si alza a una quota prestabilita e se ne ritorna verso il punto di decollo. In questa fase è comunque possibile intervenire sugli stick di comando e impartire ulteriori correzioni di rotta o di assetto. L’atterraggio durante il Return To Home è mediamente preciso, compreso in un raggio di 1/1,5 metri dal punto a terra.

 

Foto e video registrati sulla Secure Digital

X-PLORER al suo interno ha un alloggiamento per una  schedina di memoria di tipo microSD e può registrare infatti sia sulla scheda sia sul cellulare tramite la sua app.
La qualità delle foto non è male, considerando che la camera è una 2Mpx.
I video sono in formato FullHD 1920x1080px.
La videocamera che ha un angolo di ripresa molto ampio e non ammortizzata da nessun gimbal, è a nostro avviso il tallone di Achille di questo iTekk X-PLORER

 

Il prezzo per il drone iTekk X-PLORER, è di euro 249,00. Questo quadricottero ha una ottima autonomia, una buona ricezione FPV in real time ed è dotato di GPS con ritorno automatico a casa, che garantisce una buona tranquillità per i neofiti.

2167 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: