DJI Ronin: body gimbal stabilizzato

0

Forse fuori contesto dal campo di azione dei droni volanti, ma trattasi di una naturale implementazione ed evoluzione di parti meccaniche che sono spesso in dotazione sulle macchine da ripresa volanti volgarmente definite  come  APR o droni.

I professionisti  video fotografici conosceranno benissimo gli  SteadyCam, ovvero particolari imbragature con le quali l’operatore per mezzo di cinghie e sostegni può eseguire corse, camminate o altre inquadrature dinamiche evitando le vibrazioni e i sussulti delle immagini. Si tratta di corpetti indossabili, nel passato molto pesanti e ingombranti che richiedevano uno sforzo fisico non indifferente.

Grazie alla tecnologia adottata sui droni per le riprese aeree, sono emersi altri utilizzi dei gimbal, speciali meccanismi elettro meccanici che permettono alla camere di bordo di mantenere inquadrature sul soggetto. Al giorno d’oggi non esiste velivolo a pilotaggio remoto sia esso amatoriale o professionale che non ne sia provvisto.

ronin-handy-gimbal-on-set

 

DJI Innovations, così come altri concorrenti, ha deciso di affrontare il settore presentando un sistema di gimbal stabilizzato da utilizzare a mano. Si tratta di Ronin, ultimo nato nella casa asiatica che sfrutta tutte le conoscenze acquisite nel corso di questi anni per presentare un prodotto di “contorno”, un accessorio che non ha nulla a che vedere con il settore delle riprese aeree, ma che comunque ha molto da spartire con i videomakers   per le riprese a terra.

Maggiori informazioni sul sito DJI Innovations

 

1898 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: