Ricaricare i droni mentre volano? Con raggi laser e diamanti sintetici!

0

A chi ricorda il payoff dello spot (negli anni ’90) di una nota marca di diamanti “Un diamante è per sempre”, suonerà una strana coincidenza che qualcuno voglia usare proprio queste preziosissime pietre per allungare potenzialmente all’infinito l’autonomia di volo dei droni, ricaricandoli a distanza a colpi di laser.

Del resto, dal momento che l’attuale tecnologia delle batterie dei droni consente un’autonomia piuttosto risicata, alcune aziende e istituti di ricerca stanno focalizzando il loro impegno nel testare sistemi di ricarica sempre più creativi e sofisticati, progetti tra i quali abbiamo già menzionato il bombardamento di microonde e la ricarica wireless attraverso le antenne dei ripetitori del segnale telefonico.

Fantascienza? Non proprio. Questa volta l’idea è dell’azienda svizzera LakeDiamond, che sta sviluppando una tecnologia che si serve di diamanti sintetici (grandi appena pochi millimetri di diametro), un laser e un sistema di tracking, necessario a colpire con precisione la superficie fotovoltaica del drone, ricaricando la batteria.

In questo modo il drone potrebbe continuare a svolgere la sua attività senza dover fare una sosta per il cambio batteria, e soprattutto non è costretto a vanificare della sua potenza e della sua autonomia per portarsi dietro una batteria enorme e pesantissima. Il ruolo dei diamanti è cruciale, in quanto consentono al raggio laser di arrivare molto più lontano senza perdere potenza. Durante i test si è riusciti a trasmettere più di 30 watt, una quantità di energia sufficiente a far volare un piccolo quadricottero, e LakeDiamond afferma che un prototipo potrebbe essere già disponibile nel 2019. Attenzione però, perché gli stessi svizzeri avvertono che il successo del loro sistema non deve escludere la presenza di una piccola batteria di riserva a bordo del drone, che farebbe la differenza in caso il laser fosse temporaneamente bloccato o se il drone si trovasse momentaneamente dietro un ostacolo.

683 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: