14 nuovi droni per la polizia di New York

0

Poco più di un anno fa, a fine ottobre 2017, fece il giro del mondo l’infografica sull’uso dei droni da parte della polizia, vigili del fuoco e a altre forze dell’ordine negli USA, che mostrava come i droni avessero ormai intrapreso con convinzione la conquista dei vari dipartimenti di intervento americani.

La notizia di pochi giorni fa secondo cui la polizia di New York aggiungerà 14 nuovi droni all’interno del parco strumenti di cui dispone per mantenere l’ordine nella città della Mela non fa altro che confermare questo trend. Come ha affermato Terence Monahan, capo del New York Police Department (NYPD), il punto di vista dei droni sarà utilissimo in casi specifici in cui la vita degli agenti è messa in pericolo. “La tecnologia dei droni darà ai nostri poliziotti e ai loro comandanti l’opportunità di vedere a cosa stanno andando incontro prima di trovarsi in pericolo. Francamente, anche solo per questa ragione, saremmo negligenti a non utilizzare questa tecnologia.” – ha detto alla presentazione dei velivoli.

Ok i droni, ma solo quando servono

Il comandante si è detto conscio del fatto che l’uso dei droni sollevi non poche perplessità per quanto riguarda la privacy dei privati cittadini, perciò ha tenuto a precisare che i droni non verranno impiegati in tutte le operazioni, ma che il loro intervento sarà circoscritto ad alcuni casi specifici, come ad esempio le situazioni a cui hanno assistito i giornalisti durante la dimostrazione:

  • fuoriuscita di materiale pericoloso
  • incidente con decessi
  • ricerca di persone scomparse


I droni del NYPD non saranno usati per sorveglianza senza mandato, ma impiegati per salvare vite e migliorare la nostra risposta in situazioni di emergenza“, ha precisato Monahan.

386 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: