Multe salatissime per i droni non in regola

0

Una doccia fedda si è abbattuta sulla aula delle conferenze al Roma Drone Conference.

Parla la Polizia di Stato nella persone del Sostituto Commissario Francesco Corigliano:
“Abbiamo creato un gruppo di lavoro per studiare la normativa ENAC e dare indicazione alle pattuglie che operano sul territorio per sanzionare l’uso illegale dei SAPR e insieme ad ENAC ci occupiamo di studiare il quadro delle sanzioni: oggi le sanzioni contemplate dal codice della navigazione e sono rapportati alle compagnie aeree, sono troppo dure per i SAPR. Anche l’uso di un giocattolino da 2 kg può fare danni.
Abbiamo creato un prontuario sanzionatorio; la sanzione maggiore, volare senza assicurazione, ora comporta una sanzione da 50 mila a 100 mila euro, davvero troppi. Le regole cambieranno, ma non sarà certo depenalizzato.

pubblico-al-roma-done.conference

È necessario che l’uso dei droni sia notificato alle forze dell’ordine: le quote dei SAPR non interferiscono con il traffico aereo, ma possono interferire con i voli di dei velivoli di PS. È fondamentale che i voli siano notificati, con zona di operazioni, tipo di attività, luoghi di decollo e atterraggio se diverso. E deve esserci l’autorizzazione del proprietario dell’area sia privato che pubblico”

Ma allora tutto è finito?

“Assolutamente no ma bisogna trovare le strade per rendere tutti ciò fattibile”

8207 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: