Inizia il Motorshow e non possono mancare i droni

0

Sono presenti anche i droni nella altalenante storia del Motorshow, mitico salone dell’auto nato da una brillante idea di Mario Zodiaco e presentato al pubblico bolognese e italiano nel lontano 1976.

Una kermesse di portata nazionale quella del MotorShow, che negli anni di fasto e splendore paralizzava il traffico italiano per tutta la durata della manifestazione. La grave crisi economica ha messo a dura prova il settore della automotive che di conseguenza ha costretto gli organizzatori dell’evento a rinunciare all’edizione dello scorso anno per mancanza di espositori. Nel 2014 si ripresenta come se nulla fosse; con spettacoli e dimostrazioni dal vivo, in un clima dove donne e motori si mescolano lasciando spesso a bocca aperta il pubblico che alle volte ne approfitta per farsi scattare qualche foto abbracciato ad  una bella standista.

20141206_123517-m

All’interno del padiglione 25, nel salone dedicato alla tecnologia e innovazione, troviamo un’allestimento imponente che ripropone una carlinga di un aereo vero. Si tratta di Accademia del Volo, scuola per piloti di droni, come echeggiano i totem sparsi tutto intorno.
Lo spazio espositivo è preso d’assalto da un  pubblico prevalentemente giovanile, ma non disdegnato nemmeno da coppie più mature. Un enorme simulatore di volo attrae inesorabilmente tutti i passanti. All’esterno un area di prenotazione dei voli, un cancello con il check in, la stampa della carta di imbarco e  infine una cabina di pilotaggio in scala 1 a 1 riproducente un boieng 737.

cabina-simulatore-accademia-del-volo-20141206

Chiediamo al dott. Ilario Losito di Accademia del Volo per quale motivo abbia scelto di essere presente ad una manifestazione di notevole portata e interesse, ma il cui focus è orientato su auto e  moto. “Io stesso mi sono meravigliato quando ci è stato proposto di partecipare al interno del padiglione 25, il padiglione della Innovaction, per  portare qualcosa di fresco e altamente tecnologico“.

padiglione-innovazione-000039100-m

Abbiamo raccolto con piacere la sfida ed eccoci qui” – prosegue il responsabile. Dato che parliamo di una scuola di volo che ha come compito la formazione di piloti di Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR) ci domandiamo come mai non ce ne sia nemmeno uno esposto. “Siamo in contatto con una grande azienda di importanza nazionale che per problemi logistici non ha potuto essere presente questo week end, ma da giovedì prossimo sarà possibile vedere anche un modello di drone civile in esposizione.

 

1395 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: