Un elicottero drone su Marte

0

nasacopterPer preparare il terreno alla futura colonizzazione umana del pianeta rosso, la NASA sta studiando un elicottero robot da esplorazione che possa affiancare i più semplici e tradizionali robot terrestri. Gli scienziat della NASA hanno testato un prototipo di elicottero coassiale in una camera dove è stato creata la bassissima pressione atmosferica del pianeta. Secondo i piani dell’agenzia spaziale, l’elicottero scorterà il rover terrestre per verificare che la rotta sia libera e soprattutto cercare formazioni interessanti dove indirizzare gli esperimenti mars20150122-16 mars-helicopter-jplche sarebbero in ogni caso condotti dal rover, che è equipaggiato di sensori, trivelle e diversi strumenti scientifici troppo pesanti per l’elicottero, che pesa un chilo sulla terra (tre etti e mezzo abbondanti su Marte) e ha pale molto generose, lunghe un metro e dieci. Quello che impressiona è il generosissimo passo della pale (non specificato dalla NASA) necessario a spostare una necessaria quantità di molecole di aria marziana per fare la necessaria portanza al piccolo elicottero.

 

Volare su Marte 

I problemi da risolvere nel volo marziano sono immensi, a cominciare dall’aria estremamente rarefatta (l’atmosfera marziana, composta prevalentemente di anidride carbonica, è solo l’1% di quella terrestre) mentre contrariamente a quel che si potrebbe pensare la temperatura non è un problema, è vero che

Temperatura marziana al suolo misurata dalla sonda Spirit

Temperatura marziana al suolo misurata dalla sonda Spirit

ai poli d’inverno può scendere a -140 gradi, ma  l’estate ai tropici è sorprendentemente calda, raggiungendo anche i 35°, anche se con una escursione termica spaventosa: anche in piena estate marziana di notte si toccano i -70°, naturalmente basterà evitare di volare di notte se la temperatura fosse un problema per l’elettronica. Una mano notevole viene invece dalla forza di gravità, che è solo un terzo di quella terrestre, quindi il peso dell’elicottero s marte è solo un terzo di quello che è sulla terra. Un altro rischio notevole sono e le tempeste di sabbia che possono estendersi su una piccola zona così come sull’intero pianeta. ma per fortuna sono stagionali e solitamente si verificano quando Marte si trova prossimo al Sole, quindi si può prevedere con una certa sicurezza quando è il momento giusto per tentare il volo. I venti anche sono piuttosto violenti, e purtroppo quelli veramente proibitivi (oltre 400 km/h) soffiano proprio d’estate, quando il calore del sole fa sublimare le calotte polari d’anidride carbonica congelata causando sbalzi di pressioni enormi.

 

1271 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: