La posta svizzera copia Amazon: in estate i test con i droni

0

Mentre tutti gli occhi e le luci dei riflettori erano puntati su Amazon, un altro soggetto stava perfezionando la consegna di pacchi tramite l’uso di droni. Stiamo parlando del servizio postale svizzero che quest’estate tenterà di consegnare con i droni la corrispondenza.
L’esperimento sarà reso possibile dalla collaborazione di Matternet e servirà per chiarire sia il quadro giuridico dell’utilizzo degli Apr (in considerazione alle condizioni locali) sia le potenzialità di business dei droni.

E il protagonista di questo tentativo sarà One, il primo drone che verrà utilizzato da Matternet: queMatternetsto velivolo può trasportare oggetti fino a 1 kg a una distanza di più di 20 chilometri con una sola carica. L’azienda spera di usare i droni per consegnare i pacchi leggeri come medicinali e documenti.
Non si tratta di un tentativo inedito. Matternet, fondata da Andreas Raptopoulos e Paola Santana e lanciata anche da un investimento di 2,2 milioni di dollari da parte di Flextronics, Scott Banister e Nas, ha già testato i suoi droni ad Haiti, consegnando medicine e rifornimenti nelle aree inaccessibili.

Ed è proprio questo lo scopo finale del progetto. Se è impensabile recapitare pacchi e posta con i droni nelle grandi città, “il trasporto della corrispondenza in aree scarsamente popolate e difficili da raggiungere è un’opzione percorribile”, hanno detto i responsabili del progetto.

1030 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: