Altro che Amazon, è la Svizzera a fare sul serio con le consegne via drone

0

A ottobre si parte: una rete di droni da trasporto porterà sangue e altri campioni biologici tra ospedali, cliniche e laboratori di analisi elvetici. Il progetto è di Matternet, corriere californiano che promette di recapitare i campioni entro mezz’ora

I permessi di sorvolo delle città svizzere sono stati ottenuti nel marzo scorso, e si tratta dei primi mai rilasciati al mondo. Cuore del progetto sono le Matternet Station, dei futuristici box elettronici che consentono il decollo e la consegna sicura dei carico, fino a 2 kg (vedi video) e saranno installati sui tetti o nei cortili delle strutture sanitarie. Dopo l’atterraggio le batterie vengono automaticamente sostituite con altre cariche, e quelle scariche vengono caricate per il prossimo volo. Parter principale del progetto sono le Poste svizzere. I droni voleranno in modo totalmente automatico, senza l’assistenza di un pilota umano.

Il servizio può essere richiesto attraverso una app, e viene stampato un codice QR con i dati del paziente per evitare errori e scambi di provette. Una delle difficoltà principali è la gestione del traffico di droni da e verso le stazioni di decollo e atterraggio, per cui in una prima fase solo uno o due droni al massimo saranno in volo contemporaneamente, anche se Matternet ha già sviluppato il software di “controllo aereo” delle sue macchine. E dopo la Svizzera, nel mirino dei californiani c’è la Germania.

856 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: