Guerra in Siria, i russi schierano cannoni elettronici anti droni e aerei radar

0

in Siria l’esercito russo ha schierato sul terreno uno dei suoi più avanzati sistemi di guerra elettronica in grado di ‘accecare’ sia gli aerei spia che i droni Usa. Di fatto questa operazione dovrebbe rendere nascoste tutte le operazioni di terra e invisibili agli occhi elettronici volanti, siano essi satelliti spia, aerei radar o droni di ultima generazione.

Il Times scrive che  ‘jammer’ semoventi Krasukha-4, avvistati nei pressi dell’aeroporto di Latakia, hanno un raggio d’azione di 300 km e possono danneggiare tutti i sistemi di sorveglianza ed intercettazione colpiti e non solo accecarli temporaneamente.
Il disturbatore 1RL257, noto come Krasukha-4, presentato per la prima volta nel novembre 2013, consiste in una grande parabola più svariate antenne montate sopra a un camion militare: come ha spiegato la ditta produttrice Kret, “Il sistema neutralizza gli equipaggiamenti radio-elettronici di sistemi basati a terra così come di aerei a lungo raggio e satelliti militari stranieri” e allo stesso modo ”neutralizza sistemi di navigazione e di localizzazione delle armi ad alta precisione”, come i missili, i droni e bombe teleguidate.

In sostanza questo sistema consentirà al regime siriano e all’esercito russo di creare una no-fly zone, anti drone, nelle zone  controllate da Bashar Assad.

 

 

1847 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: