Verso il CES 2016: il combustibile a idrogeno rivoluzionerà il mondo dei droni?

0

Tra le novità più attese che saranno in mostra al CES 2016, la grande mostra internazionale di elettronica di consumo in programma dal 6 al 9 di Gennaio a Las Vegas, c’è senz’altro il prototipo di celle a combustibile idrogeno per droni della Intelligent Energy, nota azienda specializzata nel settore tecnologico- energetico.

Il prodotto promette di portare i droni ad un nuovo livello, offrendo una soluzione ideale nei confronti dei più pesanti limiti con cui quadricotteri & co. sono costretti da sempre a fare i conti, ossia l’autonomia di volo e i tempi di ricarica. Nonostante la costante e rapida evoluzione tecnologica che contraddistingue il settore dei droni, infatti, la questione energetica sembra essere il vero tallone d’Achille, dal momento che i progressi delle attuali batterie LiPo non hanno ancora raggiunto un livello soddisfacente, senza distinzione tra modelli riservati al mercato consumer e modelli professionali.

Secondo la Intelligent Energy, invece, l’uso delle sue innovative celle a combustibile aumenterà significativamente l’autonomia del drone, che con il nuovo sistema potrà volare per diverse ore consecutive contro i circa 15-25 minuti della media attuale, per di più riducendo drasticamente i tempi di ricarica a pochi minuti, contro l’ora o due ad oggi mediamente richieste.

vantaggi delle celle a combustibile idrogeno

Droni a idrogeno: siamo già a una svolta epocale?

La tentazione di lasciarsi prendere dall’entusiasmo è forte, ma bisogna considerare che il prodotto è ancora in fase di prototipo, lungi dall’essere pronto per rispondere alle tantissime e diversissime esigenze non solo energetiche, ma soprattutto tecniche dello sciame di droni già presente sul mercato. Giova inoltre ricordare che già in diversi casi progetti di tecnologie rivoluzionarie, che promettevano un successo sicuro e senza pari, sono naufragati tra l’incredulità dei loro più fervidi sostenitori.

Di certo, stando a quanto affermato dai portavoce dell’azienda, c’è che i test di volo effettuati finora, sia con drone alimentato esclusivamente a idrogeno che con drone ad alimentazione ibrida, hanno superato con successo l’ostacolo cruciale di registrare riprese video con immagini stabili e senza interruzioni. Per il resto, immaginando la portata incredibile che migliorie del genere potranno avere nel settore soprattutto dei velivoli a pilotaggio remoto ad uso professionale, non possiamo fare altro che attendere con ansia la presentazione del prototipo al CES di Las Vegas, tra poco meno di un mese.

2303 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: