AndroCopter: un multirotore controllato da uno smartphone

0

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Siamo oramai abituati a vedere gli smartphone utilizzati per le cose più strane e di certo non ci stupisce il fatto che grazie ai loro sensori possano stabilizzare il volo di un quadricottero (drone a 4 motori) e farlo volare più che decentemente.

Il progetto sviluppato da Romain Baud un giovane elvetico,  utilizza uno telefonino di ultima generazione che solitamente incorpora al proprio interno un GPS, diversi sensori giroscopici, accelerometri, una o due foto camere, magnetometro e barometro.Insomma tutto ciò che serve per stabilizzare e in teoria far navigare in autonomia un drone di dimensioni ridotte. In verità è necessario un ponte analogico digitale per poter trasferire la potenza ai motori, quindi viene utilizzata una interfaccia Arduino ADK. Qui di seguito potete vedere un video di un volo di test, i cui risultati sono notevoli a dire il vero.

Un  progetto simile di cui parlammo qualche tempo fa è quelli di Flone the flying phone. Anche per AndroCopter il software è Open source (con licenza MIT), per cui chi volesse partecipare allo sviluppo lo potrà trovare su google code.

1817 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: