Arrivano i droni militari cinesi low cost

0

La Cina ha cominciato a mostrare ai potenziali clienti stranieri i propri droni militari. Droni low cost, come il Wing Loong prodotto da Aviation Industry Corporation of China (AVIC), clone del Predator americano. Un drone  che permette di aggirare i trattati internazionali di embargo sulle forniture di armi, specialmente in Africa e medio Oriente, dal momento che la Cina non ha ratificato nessuno dei due principali protocolli di controllo sulle forniture di aerei robot,  “the Missile Technology Control Regime (MTCR)” e il Wassenaar Arrangement. 

Nelle intenzioni cinesi, riporta l’analista militare statunitense  Kimberly Hsu, autore del rapporto “China’s Military Unmanned Aerial Vehicle Industry”, il Loong Wing si propone di “contrastare il monopolio di Usa e Israele con un aereo senza pilota multifunzione economico”. 

Uno dei segreti del basso costo dei droni cinesi, riporta Hsu, è che spesso non sono sviluppati dalle aziende di Stato ma dalle università; “la Cina sta sviluppando sistemi senza pilota avanzati, compresi i droni per la ricognizione strategica e gli attacchi di precisione, nei suoi atenei: il drone a lungo raggio BZK-005, già in servizio iin 1500 unità nell’esercito cinese, è nato all’università di Pechino e al Politecnico del Nordovest”. 

1920 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: