Mi drone, il quadricottero low cost di Xiaomi

0

Dopo una settimana di annunci e anticipazioni, il gigante della telefonia cinese Xiaomi ha mostrato il suo drone, un quadricottero dall’aspetto molto tradizionale in realtà prodotto dalla (sempre cinese) Flymi. Il drone, come tradizione del gigante cinese della telefonia, abbraccia la filosofia low cost: è offerto in due versioni, con camera 4K oppure 1080p, rispettivamente a circa 350 e circa 400 euro. sarà venduto attraverso i canali della distribuzione Xiaomi, a cominciare dalla catena MI Store.

Le consegne, attraverso una sorta di “crowdfunding” interno, cominceranno in Cina dalla fine di maggio per il Full HD, mentre per il 4k è previsto un programma di beta testing dove  primi esemplari dovrebbero essere consegnato a luglio a utenti selezionati. Non è chiaro se e quando saranno distribuiti anche fuori dalla Cina.Il raggio d’azione della macchina è notevole, 3 km, e l’autonomia dichiarata – 27 minuti con batterie LiPo da 500 mAh – è superiore alla media, di poco anche superiore a quella del concorrente Phantom 3.

Dji si dichiara ben poco impensierita dal nuovo concorrente: “il prezzo non è mai stato il nostro punto di forza” ha detto il portavoce Wang Fan,  “E il drone do Xiaomi non influenzerà certo le nostre vendite”. In effetti tendiamo a essere d’accordo con DJI: droni a basso costo ce ne sono parecchi, la battaglia si vince sul ritorno video, sulle funzioni di volo automatico, sull’affidabilità e sulla sicurezza del drone, non su una manciata di euro in più o in meno. E Xiaomi/Flymi deve ancora dimostrare di saperci fare, in un mercato difficile e competitivo come quello dei droni. A prima vista, e giudicando dal poco che si vede, non è che questa macchina ci impressioni granché.

Gallery

2105 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: