Concluso il Nordic UAS Event, Italdron unica presenza italiana

0
E’ sempre alto l’interesse per i robot volanti  o meglio per i velivoli a pilotaggio remoto, i cosiddetti droni; anche all’estero si svolgono eventi e manifestazioni a ritmo abbastanza serrato. Se in Italia si comincia a parlare di crisi del settore professionale nonostante alcune smentite, all’estero il mercato pare ancora florido e anzi, l’unica presenza italiana alla fiera del Nord Europa è rientrata a casa con un grande entusiasmo e pare anche con diversi contratti.
Ma andiamo con ordine: si è svolto dal 1 al 3 Giugno il Nordic UAS Event, uno tra gli eventi sui droni più importanti a livello europeo. La partecipazione di Italdron, unica porta bandiera italiana, ha riscosso un notevole successo con la macchina Titan 4HSE, prodotta dai tecnici ravennati. Stefano Russo, pilota e addetto alla sezione Ricerca e Sviluppo del team Italdron, ha  mostrato con orgoglio le caratteristiche di questo APR interamente progettato e costruito in Italia al vasto pubblico intervenuto per osservare il volo semi automatico tra l’aeroporto di Odense e la location dell’evento.
Chiediamo a Tommaso Solfrini CEO di Italdron il motivo della scelta che li ha spinti a partecipare e a investire sulle fiere estere: “L’evento è stato di importanza strategica per Italdron, unica azienda italiana presente alla manifestazione, che è stata presa come benchmark per il livello degli Aeromobili a Pilotaggio Remoto in Italia. Il Nordic è stata la prima di una lunga serie di iniziative che abbiamo programmato per il biennio 2016/2017, durante il quale saremo protagonisti di un crescente numero di eventi internazionali”
stand-italdron-nordic-uas-event
Se l’Italia non basta, quali possono essere gli sviluppi di un mercato internazionale?
“Durante l’evento sono stati allacciati rapporti che promettono, nell’immediato futuro, un coinvolgimento di Italdron come player di riferimento” – prosegue il manager romagnolo – “non solo dal punto di vista dei prodotti, ma anche come consulente per le istituzioni quali il ministero dell’Educazione e della Scienza Danese, con il quale è iniziato un potenziale cammino che porterà lo stato nordeuropeo ad una vera e propria “Drone-Strategy” su scala nazionale. Sul fronte dell’internazionalizzazione sono iniziati i rapporti anche con i paesi degli Emirati-Arabi, attraverso i quali sarà possibile sviluppare una strategia a lungo termine per la fornitura di mezzi dalle caratteristiche tecniche innovative.”
Una manifestazione quella del Nordic UAS Event, che si è conclusa all’insegna della buona stella con la quale aveva iniziato nel 2012, contando circa 1500 presenze nei 3 giorni e un totale di quasi 50 espositori tra i quali spiccano i nomi di: Boeing, Delair Tech, Aeryon e Insitu.
Saranno soddisfatti anche gli organizzatori che hanno già annunciato un prossimo Nordic Uas Event nel 2017.
Guarda la galleria fotografica.
 
1152 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: