Mine Kafon: un drone per ripulire i territori di guerra dalle mine antiuomo

0

Le mine antiuomo sono uno degli aspetti più tragici dei conflitti bellici e rappresentano una minaccia che continua a fare vittime tra i superstiti (circa 10 civili innocenti al giorno rimangono uccisi o menomati a causa delle esplosioni) anche quando la guerra è ormai lontana, finché l’area non viene bonificata. Si stima che oggi ci siano al mondo oltre 100 milioni di mine terrestri, situate in oltre 60 paesi tra cui soprattutto Colombia, Angola, Bosnia, Afghanistan e Cambodia. Le attuali tecniche di sminamento consistono nel setacciare passo a passo le aree a rischio, con animali, veicoli o personale militare, attrezzato di appositi metal detector. Questi sistemi richiedono tante risorse, moltissimo tempo e soprattutto non sono sicuri per chi svolge le missioni.

Un aiuto rivoluzionario, molto più sicuro e persino più economico, sembra però essere sul punto di arrivare grazie alla tecnologia dei droni. Sulla popolare piattaforma di crowdfunding Kickstarter ha infatti destato grande interesse il progetto di Massoud Hassani, afgano originario di Kabul e trasferitosi ancora bambino in Olanda, che ha scelto di combattere la piaga delle mine terrestri ideando e sviluppando un drone in grado di individuarle e detonarle. Nasce così il Mine Kafon Drone, un esacottero che è in grado di mappare le aree minate ed individuare le mine con un metal detector. Lo stesso drone viene poi equipaggiato con un braccio robotico mediante cui deposita gentilmente sopra ogni mina un piccolo detonatore, così da farla esplodere a distanza di sicurezza in un secondo momento.

Mine Kafon Drone offre un sistema 20 volte più veloce, infinitamente più sicuro, e 200 volte più economico rispetto alle attuali tecniche di sminamento. Secondo Massoud Hassani, il suo drone anti mine potrebbe ripulire l’intero pianeta in meno di 10 anni.

Ecco un video che mostra il funzionamento e le potenzialità del sistema Mine Kafon Drone:

https://www.youtube.com/watch?v=qNyv8Ytq9vs

1388 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: