Era russo il drone che ha violato lo spazio aereo israeliano a Luglio

0

“Era nostro”. I russi ammettono che il drone che lo scorso luglio ha beffato l’antiaerea e l’aeronautica israeliana, volando per oltre mezz’ora nel territorio  dello stato  ebraico e tornando indietro senza un graffio nonostante il tentativo di abbatterlo con ben due missili Patriot e un caccia, apparteneva alla Federazione Russa e non a Hezbollah come si temeva in un primo momento. Lo riporta il quotidiano israeliano Haaretz, specificando che i russi parlano di “errore umano” per giustificare l’incidente.

In verità non è da escludere che i russi abbiano voluto testare le capacità di risposta della difesa israeliana. E in questo caso, l’esperimento è perfettamente riuscito: Israele non sembra in grado di difendersi efficacemente da un ipotetico attacco di UAV russi.

2021 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: