Droni per le videoconferenze? Google sembra crederci!

0

Basta con le immagini statiche e con l’inquadratura fissa, tra qualche tempo le videoconferenze più innovative potrebbero essere registrate e trasmesse in diretta con un drone! Questo almeno è quanto lascia ipotizzare una recente richieste di brevetto presentata da Google. L’idea, detta così, sembrerebbe alquanto esagerata, ma il fatto che il nome dell’azienda di Mountain View campeggi a fianco alla richiesta di brevetto richiama una certa attenzione.

Dotare un quadricottero non solo di una videocamera, ma anche di un display per vedere le immagini, renderebbe in effetti possibile una nuova e rivoluzionaria esperienza di videochat, “movimentando” la ripresa e rendendola più coinvolgente. Potrebbe anche trattarsi di una tecnologia collegata ad una nuova feature di Hangouts, l’attuale software made in Google per effettuare videochiamate tra due o più persone. Ma (forse) c’è di più, visto che il recente rilascio da parte di Big G di una nuova app per le video chiamate di qualità, ossia Google Duo, potrebbe rappresentare un’ulteriore conferma che in questo periodo il gigante della tecnologia stia concentrando diverse energie in questo settore.

Per il momento, comunque, non esistono conferme né sono filtrate immagini di prototipi, ed è innegabile che utilizzare i droni per le videoconferenze, oltre ad essere un miglioramento apparentemente superfluo, presenterebbe diversi limiti, primi fra tutti quelli legati all’autonomia di volo del drone, che allo stato attuale non permetterebbe riprese molto più lunghe della mezz’ora, e alla qualità dell’audio registrato, che verrebbe inevitabilmente influenzato dal rumore delle eliche.

457 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: