I droni da corsa sfrecciano sugli schermi televisivi

0

Nella puntata di Tu si que vales di sabato 22 ottobre, gli spettatori italiani hanno potuto apprezzare le qualità sceniche e le velocità mirabolanti dei droni da corsa i cosiddetti Drone FPV Racers.

Mentre alle Hawaii si è disputato il campionato mondialle World Drone Racing Championships, dove i qualificati italiani che hanno disputato la gara a Mendrisio in Svizzera hanno partecipato prima a Ibizia e infine nel pacifico; in Italia su Canale 5 un team di racers, ha dato una bella dimostrazione di cosa sia il Drone FPV Racing e di quanto sia spettacolare se organizzato con i giusti effetti scenici.

Una stupita Maria De Filippi che indossando gli occhiali LCD ha dapprima constatato di persona cosa si veda dalla telecamera di bordo e in seguito apprezzato in diretta le piroette di Lorenzo D’Alonzo aka Bramo FPV. Giuseppe RInaldi oramai avvezzo alle apparizioni pubbliche, ha presentato la disciplina ala giuria composta  da Maria De Filippi, Rudy Zerbu, Gerry Scotti e Teo Mammucari, prima della esibizione vera e propria.

giuseppe-rinaldi-maria-de-filippi-droni-canale5

Tutti gli showman erano già estasiati dalla entrata in scena effettuata a studi deserti. Il torinese Rinaldi dopo aver ha mostrato con estrema semplicità il funzionamento del suo drone da corsa classe 250, ha in seguito  concesso a Gerry Scotti un paio di occhiali sintonizzati sulla sua frequenza operativa, permettendo al simpatico presentatore di godersi uno spettacolo d’eccezione, ma anche un po’ di mal di mare, come ha ammesso il simpatico Gerry.

blackhawk-ebullfrog-drone-fpv-racers

I due team che si sono sfidati – ma in fondo sono tutti amici – sono quelli dei Blackhawks e dei Bullfrog, e sono tutti piloti italiani con un età compresa tra i 23 e i 39 anni. Stiamo parlando di Daniele Zanforlin ,Davide Turinetto , Lorenzo D’Alonzo,  Luca Salzone, Giuseppe Rinaldi e Marco Santacroce.

Esibizione promossa a pieni voti da Mara Venier che assegna ai talentuosi racers, un punteggio di 96% permettendo quindi al tecnologico gruppo di passare al turno successivo.
Qui di seguito il video di Mediaset WittyTv.

Che lo spettacolo offerto dal FPV Drone Racing sia di alto livello è oramai indubbio. Che possa diventare un show televisivo altrettanto, visto l’interesse delle reti di broadcasting nazionali e internazionali. L’affluenza del pubblico al Dronitaly prima e al MajkerFaire dopo sono una prova tangibile che questo treno non sia da perdere. Sono corse che si possono svolgere in sicurezza al chiuso e all’aperto, servono solo le debite autorizzazioni.

3784 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: