Walt Disney ottiene il permesso di usare i droni nei suoi parchi a tema

0

La FAA, l’ENAC americana, dopo un anno di trattative autorizza Walt Disney ad usare i droni nei suoi parchi a tema statunitensi, a cominciare dal gigantesco resort di Orlando in Florida. Il permesso varrà fino al 2020, poi potrà essere rinnovato se tutto andrà per il meglio. Caso più unico che raro, l’Authority aeronautica ha concesso alla multinazionale dei topi e delle principesse il permesso di volare ance di notte.

disney-drone-2Nella visione di Disney, i droni serviranno per creare degli spettacoli nel cielo, sia muovendo enormi marionette dei personaggi più amati dai bambini (chiamate Flixels e sviluppate dall’azienda di Berkley 3D Robotics)  sia per portare in volo schermi dove proiettare luci, colori e animazioni. Per convincere la FAA a rilasciare le autorizzazioni, Disney si è impegnata a tenere i droni a 100 piedi (30 metri) di distanza dal pubblico e farli volare su specchi d’acqua o comunque aree recintate con divieto di accesso. I droni non potranno pesare più di 4,5 kg l’uno e si muoveranno al massimo a a 6 miglia orarie, circa 10 km/h. Gli spettacoli non potranno durare più di 10 minuti e la quota massima è stabilita in 150 piedi (circa 50 metri). Inoltre, i Flixels dovranno seguire rotte preimpostate ben precise, controllate da un computer, e questa è probabilmente la prima volta al mondo che un’authority aeronautica obbliga qualcuno  esplicitamente a usare il volo automatico. Una cosa che comunque è inevitabile, gestire le coreografie dei Flixels sarebbe impossibile per una squadra di piloti umani.

hqdefaultInsomma, Walt Disney è insieme a intel la prima azienda che crede fermamente che i droni ne prossimo futuro potranno prendere il posto dei fuochi artificiali nell’intrattenimento serale con il naso all’insù.

Paradossalmente, ottenere i permessi dalla FAA è stato particolarmente complesso proprio perché i parchi Disney World sono tra i pochissimi parchi a tema degli Stati Uniti che sono protetti da delle no-fly zone, per timore di attentati terroristici. Una precauzione che ha rischiato di trasformarsi in un pericoloso boomerang sulla testa di Topolino.

875 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: