AeCI prima infornata di giudici per il drone FPV racing

0

AeCI ha aperto le selezioni per nominare i giudici della gare di F3U, ovvero la categoria aeromodellisitica che riguarda il drone FPV racing.

Seppure con un certa lentezza,  l’Aero Club d’Italia, unico referente nei confronti di ENAC e della Federazione Aeronautica Internazionale, ha inaugurato a Modena, la prima sessione per gli aspiranti giudici di gara del circuito internazionale FAI per la categoria F3U, FPV drone racing.

Questo primo importante passo si rende necessario per poter svolgere le gare. Senza giudici, infatti non ci possono essere né vinti né vincitori. Scherzi a parte, questa prima sessione apre le porte allo scalpitante settore delle corse con i droni pilotati in modalità First Person View il cui acronimo FPV risulta essere sempre più spesso ben compreso anche dal grande pubblico. Complici certamente le trasmissioni televisive internazionali che trasmettono le veloci scaramucce volanti di questi bolidi radiocomandati che possono raggiungere i 120 / 140 chilometri all’ora.

Sentiamo un breve resoconto di Giuseppe D’Angelo aka PippoSoft esperto modelisita facente parte dello storico gruppo Modelclub Airone.


“I giorni 10 e 11 Dicembre 2016 si è tenuto a Maranello (MO) il primo corso per giudici F3U (Racer). Dopo un lungo tragitto, considerando che io e l’amico Antonio de Falco siamo partiti in auto da Napoli abbiamo raggiunto l’Hotel Domus di Maranello.
Al nostro arrivo oltre a un lauto pranzo di benvenuto, siamo stati accolti da 14 corsisti – aspiranti Giudici –  6 relatori e 6 Demo Pilot,
Fatte le dovute presentazioni il Direttore Generale dell’AeCI, Gen. Giulio Cacciatore ha effettuato una breve introduzione al corso. cedendo poi la parola all’addetto comunicazioni AeCI Federico Ciacchella,ma il tema centrale del dibattito è stato poi affrontato dal responsabile di categoria F3U, Oscar Chinello al quale sono seguiti alcuni interventi dei partecipanti.

Sabato, dibattito e discussioni generali

“Fin dalle prime domande l’atmosfera si è scaldata, con notevole interesse del generale Cacciatore, che raramente è intervenuto nei dibattiti, ma che ha ascoltato con molta attenzione.
A mio modesto parere il Generale è rimasto particolarmente colpito dall’interesse e la crescita di tale disciplina e per lo meno in questa occasione, consapevole delle limitazioni sproporzionate a cui siamo assoggettati. ovviamente con una materia così calda non potevamo che arrivare lunghi con il programma, e quindi per cena siamo stati tutti ospiti in un ristorante vicino all’albergo, dove seppur stanchi tra viaggio e corso, si è finito con il far svolacchiare giocattoli con ventola intubata tra i tavoli della saletta a noi riservata.”

Domenica prove pratiche di gara

“Nella giornata di domenica 11 Dicembre, è stato raggiunto il palazzetto dello sport di Maranello, dove è stato approntato un circuito, simulando una vera e propria gara indoor, con tanto di stazioni di verifica, punzonatura, monitoraggio e cronometraggio dei mezzi, mettendo in pratica tutto quanto ci era stato insegnato il giorno prima.
Abbiamo osservato e giudicato assieme agli istruttori i vari casi di errori, rafforzato certezze e dando risposte a dubbi.
Interessante la visita inaspettata del sindaco e dell’assessore allo sport di Maranello, anch’essi rapiti da questa disciplina dopo aver indossato per qualche secondo gli occhialini-monitor.

Nella attesa e speranza di essere promossi, ci congediamo compilando il questionario di fine corso e ricevendo l’attestato di partecipazione.”

preparazione-palestra-demo-drone-fpv-racing

“Mi sento di ringraziare – continua Giuseppe D’Angelo – oltre ai funzionari di AeCi anche  la dott.ssa Elsa Quaglia,  l’organizzatore Presidente del G.A.S. Filippo Di Marco, il responsabile di categoria AeCI F3U Oscar Chinello e tutti i miei “colleghi corsisti”.
Per ultimi, ma loro non amano arrivare ultimi, le nostre cavie cioè i Piloti di drone FPV racing: Michele Praga, Giuseppe Rinaldi, Jacopo di Florio, Francesco Ferrara, Luca Pescante e “Lady Racer” Lorenza De Giorgi.”

corsisti-giudici-droni-f3u-maranello

I piloti di drone FPV racing, da sinistra Lorenza De Giorgi, Sandro Bertozzi, Giuseppe Rinaldi, Giuseppe D’Angelo, Francesco Ferrara e in basso Jacopo di Florio


Verranno quindi comunicati a breve, i nominativi dei nuovi giudici di categoria F3U. Il resoconto dell’appassionato Giuseppe D’Angelo, ma i commenti  sui social network, lasciano capire come nonostante le forti limitazioni del regolamento, ci sia un fortissimo interesse e passione per questa nuova ed emozionante disciplina.
Ovviamente i piloti non vorrebbero avere “pensieri”, per loro è sufficiente mettersi gli occhiali LCD, caricare le batterie e partire a tutta manetta.

La passione non basta, bisogna pensare alla sicurezza e anche al divertimento del pubblico

Nella realtà oggettiva delle cose, bisogna considerare gli aspetti di sicurezza per il pubblico, per gli stessi piloti, e bisogna garantire anche una certa progressione delle gare, per rendere fluida e piacevole la visione anche a chi non se ne intende. Insomma il lavoro di AeCi è ancora molto gravoso, ci auguriamo che la community dei racers possa capire e comprendere che questi sforzi sono necessari.
Per contro auspichiamo che dopo un periodo di 6 mesi o un anno, nel quale siamo certe che tutto proseguirà nel giusto modo, potranno essere concesse facilitazioni anche per coloro che non vogliono diventare piloti professionisti di droni da FPV racers. Ma come dicevamo, facciamo un passo alla volta e vedremo dove porterà questo cammino.

 

1139 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: