Google rinuncia: niente Internet portata dai droni. Si torna ai palloni.

0

Avevamo scritto che c’era aria di sbaraccamento attorno ai progetti di Big G sui droni, e adesso arriva la conferma ufficiale: Alphabet rinuncia all’ambizioso progetto di portare Internet dove non arriva usando droni solari capaci di volare ad altissima quota.

Droni in volo a quasi 20 mila metri d’altezza per portare a terra il segnale di Internet nelle zone del mondo dove non arriva nemmeno con il satellite. Un sogno destinato a rimanere tale, almeno per quanto riguarda Google, che abbandona il progetto Titan. Resta appesa a un filo la speranza di vedere volare invece i droni Aquila di Facebook, nonostante un incidente senza peraltro conseguenze sule persone abbia portato alla distruzione del prototipo.

Il personale coinvolto nel progetto viene riassegnato ad altri compiti: alcuni si occuperanno sempre di Internet dal cielo, stavolta con palloni sonda (Project Loon) altri entrano nel progetto X-Wing, i droni da trasporto di Google, altro progetto che non sta per niente bene specialmente da che se ne è andato il responsabile Dave Vos. E una cinquantina di altre persone hanno già trovato una collocazione diversa in azienda.

L’esperimento fallito era cominciato nel 2014, con l’acquisizione da parte di Google di Titan Aerospace. Secondo il ceo di Alphabet, Astro Teller, “uccidere idee fa parte della cultura di Project X: in questo modo evitiamo di impantanarci in progetti decotti”. Tra cui evidentemente faceva parte anche Titan.

 

 

 

830 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: