Quanto male fa un drone in testa? L’Università della Virgina ci aiuta a scoprirlo

0

Quali sono le conseguenze di un urto tra una persona e un normale drone commerciale? L’Università della Virginia, uno dei siti che la FAA ha autorizzato alle ricerche sui droni, affronta scientificamente il tema usando i manichini per i crash test

crash-test-drones-1500x997Per essere accettati dal pubblico, e non creare ansie e apprensioni, i droni devono diventare più sicuri di quanto non siano oggi. Per cercare di dare una risposta scientifica alla domanda “quanto male può fare un drone”, l’Università della Virginia ha condotto esperimenti anche con manichini per crash test e fotocamere al alta velocità. “dal mio punto di vista la ricerca ha due aspetti chiave” dice  Mark Blanks, responsabile della ricerca dell’ateneo statunitense. “primo, che rischi concreti ci sono dal punto di vista delle ferite: come sono eventuali impatti, quanto sono duri, e fino a che punto pericolosi? E soprattutto, cosa possiamo fare, dal punto di vista delle operazioni e ingegneristico, per ridurre i rischi?”



La speranza dei ricercatori e anche nostra, è che la ricerca metta in evidenza che i rischi non sono poi così alti, o possano essere ridotti a un livello accettabile,  e questo potrebbe rilassare i regolamenti specialmente per le operazioni in aree urbane e affollate. Dai primi test, in attesa di avere dati scientifici accurati, Virginia Tech suggerisce l’impiego di paraeliche, respingenti e airbag per limitare i rischi di uno spiacevole incontro ravvicinato. Oltre che tenere  droni il più leggeri possibile. Oltre agli impatti diretti che si vedono nel filmato, i ricercatori americano hanno anche simulato gli effetti della caduta libera di u drone da varie altezze sul cranio dei manichini.

2626 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: