I droni in campo rendono: Parrot fa i conti in tasca agli agricoltori

0

+69 euro/ettaro per il grano, +107 euro per la colza: secondo uno studio di Ocealia, questo è quel lo che hanno guadagnato gli agricoltori francesi in un anno grazie all’utilizzo dei servizi offerti da Airinov, consociata Parrot specializzata nei servizi all’agricoltura

Gli agricoltori francesi sono sempre più convinti dal drone in campo. Ocealia,  una delle più grandi cooperative agricole in Francia, ha valutato il servizio effettuato su coltivazioni di colza e grano nell’arco di 3 anni da parte di Airinov, sussidiaria di Parrot Group, che offre servizi di consulenza agronomica tramite droni a 8 mila aziende agricole. I risultati sono incoraggianti:

• +69€ di guadagno per ettaro al l ’anno su coltivazioni di grano,
• +107€ di guadagno per ettaro al l ’anno su coltivazioni di colza.

I dati sono tratti dalle campagne condotte su 627 appezzamenti di colza e il 1734 appezzamenti di grano nell’arco di tre anni tra il 2014 e il 2016.

La concimazione in Francia  rappresenta la spesa primaria per la coltivazione, e le raccomandazioni fornite da Airinov permettono agli agricoltori di non sprecare i fertilizzanti a base di azoto, indicando loro dove ridurne la quantità o dove aggiungerla, con l’obiettivo di incrementare il raccolto con meno concime.

“I droni consentono di ottenere immagini del raccolto estremamente precise e in un solo volo possono coprire centinaia di acri” dicono in Airinov, e continuano:  “L’agricoltura è uno dei primi settori che ha deciso di sfruttare il loro potenziale e i dati a disposizione confermano che l’utilizzo di servizi come quelli forniti noi, oltre a incrementare le performance ambientali consentono agli agricoltori di migliorare la produzione, ottimizzare il raccolto e ridurre i costi, permettendo così alle aziende agricole di evolvere”.

2442 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: