Presto commercializzati anche in Italia i sistemi anti drone istraeliani

0

Sono i droni, il nuovo spauracchio per i funzionari della pubblica sicurezza e i responsabili anti terrorismo di tutto il mondo. In Itala con le recenti misure di sicurezza e gli stringenti regolamenti per il volo, la preoccupazione del Ministero dell’Interno vola alto. Non è quindi difficile pensare che così come la tecnologia dei droni, sia sempre più semplificata e alla portata di tutti, di pari passo si cerchi di contrastare un uso illecito e potenzialmente pericoloso di questi oggetti volanti comandati remotamente.

Israele è da sempre considerato lo stato con un sofisticato servizio di intelligence e tecnologicamente moto avanzato. Non c’è da stupirsi quindi se in campo militare e civile siano molto avanti sulle sperimentazioni per l’uso o l’abbattimento dei droni.
MCTech una azienda israeliana con sede a Kfar Saba, specializzata nella produzione di jammer – disturbatori radio – ha recentemente stipulato un accordo con due aziende friulane MD Systems e Saroal, per la commercializzazione in Italia di  MC Horizon, un sistema di rilevamento, controllo ed eventuale abbattimento di un drone civile indesiderato che sorvoli zone vietate o obiettivi sensibili.
Basti pensare al volo illegale sopra a carceri, stadi durante lo svolgimento di partite, manifestazioni, obiettivi istituzionali, aeroporti civili e militari. Insomma i campi di applicazioni dove un sistema anti drone potrebbe essere installato sono davvero tanti.

mc-horizon-anti-drone-system

Quello presentato a Udine il giorno 10 febbraio, ha caratteristiche molto particolari che potrebbero rivelarsi determinanti, una volta individuato un drone in una No Fly Zone. MC Horizon, prevede il rilevamento delle frequenze radio di controllo del drone sino a oltre 4 chilometri, l’identificazione video con speciali telecamere sino a 1,5 km, la disabilitazione dei comandi di controllo sino a 2,5Km e l’eventuale distruzione del drone fino a 1Km.

Alla dimostrazione si annoveravano tra la fila degli spettatori, diversi rappresentanti di Polizia, Carabinieri, forze speciali e funzionari ENAC, tutti molto interessati a questo sistema per contrastare atti terroristici o tutelare la sicurezza pubblica.

In testa all’articolo, un video di ILTV, con dimostrazione del sistema anti drone in uno stadio.

1636 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: