Il Predator va in pensione

0

È stato il simbolo e l’icona dei droni militari, ma anche per i robot volanti con le stellette l’evoluzione corre veloce: sono passati 21 anni da che l’USAF ha cominciato a usare i droni di General Dynamics, un’eternità per un drone. Così i generali hanno deciso: nel corso dell’anno, tutti i Predator americani saranno radiati e sostituiti dai nuovi Reaper, molto più potenti e veloci.

Nato come ricognitore disarmato, il MQ1 Predator è diventato il primo drone armato di missili a partecipare ad azioni di guerra. Il debutto nelle guerre dell’ex Jugoslavia, poi le azioni molto controverse in Somalia, Iraq, Afghanistan e altre zone calde dove si combattono guerre sporche e non convenzionali. Operazioni che hanno visto una drammatica escalation con l’amministrazione Obama: nel solo agosto 2011 tra azioni di guerra e addestramento i Predator americani hanno totalizzato un milione di ore di volo. E con Trump non pare che le cose cambieranno granché, il 23 gennaio scorso il presidente insediato da sole 48 ore ha mandato proprio i Predator ad uccidere due capi di Al Quaeda in Yemen.

Reaper, il successore del Predator

Reaper, il successore del Predator

Il Predator si è dimostrato un efficace sicario con le ali, ma essendo nato come ricognitore disarmato (ruolo in cui vola anche in Italia in forza alla nostra Aeronautica Militare di stanza ad Amendola) non se la cava granché come lanciamissili. Specialmente a causa del payload, di soli 90 chili, quanto basta giusto per due missili Hellfire. Nulla in confronto al carico bellico del successore MQ9 Reaper, destinato a sostituirlo, che sfiora le due tonnellate (1800 kg per l’esattezza, così gli Hellfire diventano quattro, oltre a radar molto più sofisticati). E ha anche una velocità di crociera e raggio d’azione doppio rispetto al predecessore, rispettivamente  217 contro 370 km/h e 1.150 miglia contro 770, a un costo per ora di volo simile: 3.679 dollari il Predator, 4.762 dollari il Reaper. Anche se il Predator pesa solo mezza tonnellata e il Reaper quasi cinque volte tanto.

 

 

1618 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: