Tour virtuale della Valle dei Templi: civiltà greca e droni si incontrano ad Agrigento

0

La civiltà greca classica e la tecnologia moderna, il passato e il futuro, si incontrano. Succede nel parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento, che coi suoi 1300 ettari rappresenta il sito archeologico più grande del mondo intero, inserito nel 1997 dall’UNESCO nell’elenco del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

E così, sopra i templi di Iside, Demetra, Vulcano e gli altri volano i droni della Duke University, all’interno di un progetto di ricerca che vuole realizzare una mappa del sito ad altissima risoluzione, che renderà possibile riprodurre in maniera virtuale l’intera città antica di Akragas, fondata nel 582 a.C.da coloni greci provenienti dalla vicina città di Gela e da Rodi.

Video: la Valle dei Templi vista dal drone

 

Giuseppe Parello, direttore del Parco, spiega che “È la prima volta che in Sicilia vengono effettuate operazioni così sofisticate. È come se centinaia di ruspe scavassero nell’area archeologica, riportando alla luce i segreti della Valle dei Templi fino a ricavare una ricostruzione del paesaggio originale. Si arriverà, infatti, a una nuova mappatura con rilievi di altissima precisione grazie ai quali emergeranno anche i dettagli relativi al sottosuolo e alla vegetazione. Un’operazione che costerà alla Duke University diverse centinaia di migliaia di euro“.

Un investimento importante quello dell’ateneo americano, i cui droni sorvoleranno l’area archeologica a bassa quota equipaggiati con telecamere ad altissima risoluzione, con sensori termici e a infarossi. I dati raccolti verranno poi processati con dei software di elaborazione di immagini per sviluppare fedeli riproduzioni in 2D e 3D.

Il prodotto finale – precisa Parello – dovrebbe vedere la luce entro il prossimo autunno. Sarà un traguardo importante per gli studiosi che potranno contare su nuove informazioni e mappature. Il passo successivo sarà quello di utilizzare la ricerca anche per fini turistici. L’obiettivo è creare un vero e proprio parco virtuale per indirizzare la ricerca verso nuovi orizzonti“.

918 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: