Drone DJI Spark, problemi con l’app DJI GO v4.1.5 Android

0

Nuovi problemi e bug software per la applicazione DJI GO 4 nella versione 4.1.5 per Android utile a pilotare il drone DJI Spark.
Il piccolo e nuovo selfie drone di casa DJI può essere comandato oltre che con le gesture e il radiocomando anche ovviamente con smartphone e tablet tramite app dedicate.

Diciamo che la applicazione per iOS o Android costituisce il 70% abbondante del controllo dello Spark,  ma è la stessa cosa anche per altri droni DJI.  Con la app ufficiale è possibile far compiere particolari tipi di  volo,  quali Dronie,  Rocket ecc. ricevere i dati telemetrici,  batteria,  altezza e distanza del drone; oppure pilotarlo con gli stick virtuali.
Va da se pensare che se la app si blocca può creare notevoli scompensi al volo del drone,  ma a anche stati di ansia al pilota remoto.

Nei nostri test abbiamo spesso scollegato il telefono dallo Spark o ci siamo accorti che la DJI GO 4 nel eseguire certe operazioni crashava.  Il. Drone interrompe la sua attività e rimane in attesa di comandi e in caso ciò non avvenga entro un periodo di tempo pre determinato atterra o rientra al punto di home.

Nella versione dell’applicazione DJI GO 4. 1.5 i crash sono davvero frequenti tra gli utenti che usano il sistema operativo Android.
I commenti che si leggono sulla piattaforma Play Store del robottino verde,  sono a dir poco imbarazzanti e probabilmente quelli sconci sono stati eliminati.

commenti-negativi-dji
Le alternative per ovviare a questi problemi,  nell’attesa che i tecnici cinesi risolvano l’impasse sono: reinstallare la v4.1.4 oppure testare la app Litchi.

Questa ultima seppure a pagamento (euro 24,99) è nota da tempo per gli altri utenti DJI di Mavic e Phantom.
Da qualche giorno sul sito ufficiale dell’app,  viene riportata la compatibilità con il recente drone DJI Spark,  anche se non per tutte le funzioni,  ma si presume che questo gap venga colmato a breve se DJI lo permetterà aggiornando le SDK; non funzionano ad esempio i waypoint e l’orbit, ma non sono implementati neppure nella app ufficiale.

Sono tempi duri per i programmatori DJI impegnati a chiudere le falle sfruttate dagli hacker per bypassare alcune limitazioni e al contempo a sistemare i propri errori e permettere anche ai piloti fedeli ad Android – il sistema operativo di Google – di far volare il drone Spark al pari degli utenti fedeli a iOS il sistema operativo di Copertino.

Link al PlayStore per lo scaricamento dell app DJI GO 4
link al sito ufficiale di Litchi per la lettura di tutte le caratteristiche tecniche.

Aggiornamento: alcuni utilizzatori affermano che molti problemi sono stati risolti, nella giornata odierna.

1790 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: