Svizzera: vola con il drone sul festival di Locarno, denunciato

0

Da una lettura superficiale del regolamento elvetico sui droni, molto embrionale, tanti dronisti italiani pensano che la Svizzera sia una specie di paese dei balocchi dove tutto (o quasi) è permesso con i piccoli droni amatoriali. Le cose non stanno affatto così, a riempire i buchi dell’UFAC-BAZL, l’ Enac svizzera, ci pensano le autorità a vario livello, cantonale, comunale e federale. E a farne le spese è stato un incauto appassionato denunciato nel Canton Ticino.

Non solo volava di notte (alle 23) ma a quanto riportano i media svizzera si è spinto anche sul centro storico della città, su Piazza Grande e la Piazza Castello durante la serata conclusiva del Festival del Cinema.

“In breve tempo agenti della Polizia cantonale del dispositivo di sicurezza del Festival hanno raggiunto il luogo di decollo e atterraggio del drone e hanno in seguito identificato il pilota” si legge sul Corriere del Ticino. “Essendo qualsiasi attività con droni al di sopra di assembramenti di persone vietata, sarà denunciato all’Ufficio federale dell’aviazione civile per infrazione alla Legge federale sulla navigazione aerea” conclude il giornale.

Ricordiamo ai piloti italiani che volano in Svizzera che la legge locale richiede obbligatoriamente a tutti, compresi gli hobbisti, una polizza assicurativa con un massimale di almeno un milione di franchi svizzeri (circa 900 mila euro).

3981 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: