Nokia vuole rivoluzionare il mondo dei droni

0

L’azienda che ha lanciato il cellulare come fenomeno di costume, cambiando per sempre il nostro modo di vivere (salvo poi perdersi per strada) ora vuole fare lo stesso con i droni. Puntando tutte le carte sul volo automatico anche a grande distanza attraverso la sua rete di telefonia LTE.

Il gigante finlandese delle telecomunicazioni ha chiesto all’ufficio europeo per la protezione dell proprietà intellettuale la registrazione del marchio OVNI, che userà per i droni civili e militari. Va subito detto che Nokia non pare molto interessata ai droni in sé, anche se ha presentato a Dubai una collezione di macchine molto interessanti, quanto allo sviluppo di una rete globale per controllarli anche a distanze enormi, teoricamente anche da un continente all’altro.

Il primo mattone di questa strategia è la ’Ultra Compact Network’, presentata al premio emiratino  the Drones for Good Award. Si tratta di un network ultracompatto che permette a una stazione a terra di controllare un drone atrraverso le reti LTE, la telefonia di ultima generazione in cui i finlandesi hanno una esperienza enorme. La stazione a terra diventa il nodo con cui connettere il drone alla rete LTE che nel prossimo futuro è destinata a diventare globale, soppiantando il 4G di oggi. In questo modo non solo è possibile controllare il drone a qualsiasi distanza esso s trovi dall’operatore, anche a decine di migliaia di chilometri, ma anche ricevere in tempo reale il flusso video e  i dati delle sonde.

Inoltre, essendo la rete completamente digitale, sarà possibile abilitare tutta una serie di servizi per svolgere le missioni in modo totalmente automatico, senza intervento umano, integrandosi anche nelle future infrastrutture di controllo del traffico aereo con pilota umano, l’europea SESAR e l’americana Next Gen, entrambe concepite proprio per poter integrare i droni nello spazio aereo globale.

fonte LetsGoDigital

4341 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: