Anche Vodafone vuole controllare i nostri droni via rete cellulare

0

Le Telco sono sempre più attratte dal business dei droni, o meglio dalla possibilità di usare l’infrastruttura di rete cellulare per controllarli. Ora è il turno di Vodafone: il gigante inglese ha già preso contatti con le authority aeronautiche europee

Secondo il Financial Times, Vodafone ha già preso contatti con l’Easa, l’Authority aeronautica europea il cui regolamento tra un paio di anni dovrebbe prendere il posto delle regolamentazioni nazionali tra cui quello della nostra ENAC.

Il progetto è quello di usare la rete cellulare di Vodafone come una sorta di enorme torre di controllo su scala continentale per tener traccia dei droni in volo e gestire il traffico aereo dei droni, oltre eventualmente comandarli direttamente attraverso la tecnologia mobile di quinta generazione. Un sogno quest’ultimo, che permetterebbe di comandare piccoli droni a un continente di distanza e ricevere il video di ritorno dalla camera di bordo, oltre ai dati dei sensori come camere multispettrali, laser Lidar o radar.

Perché tutto ciò sia possibile occorre però che divenga realtà il framework SESAR, cioè il cielo unico europeo, in cui aeroplani e droni saranno integrati in un’unica struttura di controllo del traffico aereo automatico, con un intervento umano limitatissimo.

1156 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: