Taxi-Drone, Dubai vuole essere la prima città del mondo

0

Procedono a ritmo serrato i test dei prototipi di droni per il trasporto passeggeri a Dubai, che vuole diventare la città più innovativa e tecnologica di tutti gli Emirati Arabi Uniti. Così, ad una cerimonia organizzata per il principe ereditario Sheikh Hamdan bin Mohammed, non poteva mancare l’ennesima dimostrazione.

E così l’attenzione dei presenti è stata tutta per il taxi volante sviluppato dall’azienda tedesca Volocopter, che consiste in una cabina a due posti (identica a quella di un elicottero), sovrastata da una struttura circolare alla quale sono collegate 18 eliche. Questo drone taxi ha una durata di volo di massimo 30 minuti, si pilota senza radiocomando ed è dotato di tutta una serie di accorgimenti di sicurezza, tra cui batterie di scorta e, per i casi più estremi, persino dei paracadute.

Durante il test flight di lunedì, il velivolo è rimasto prima in hovering e poi ha percorso un breve tragitto di 200 metri avanti e indietro lungo un tratto di spiaggia.

Secondo il CEO di Volocopter Florian Reuter, il drone taxi è già in grado di seguire in completa autonomia una traccia Gps, ma verrà presto arricchito di funzioni che lo doteranno di una sorta di capacità sensoriale, in grado ad esempio di riconoscere ed evitare eventuali ostacoli improvvisi che dovrebbero presentarsi lungo la sua traiettoria di volo. In futuro sarà possibile prenotare un drone taxi usando una semplice app sullo smartphone, dopodiché sarà sufficiente raggiungere il “voloporto” più vicino e salire a bordo, col Volocopter che trasporterà il passeggero fino alla destinazione selezionata.

Gli sviluppatori di Volocopter mirano a rendere il servizio funzionante entro 5 anni, ma c’è almeno un’altra dozzina di aziende europee ed americane che lavorano allo sviluppo di una nuova forma di trasporto urbano, perciò appare evidente che, nei prossimi tempi, dimostrazioni di sceicchi che volano a bordo di un drone nei cieli di Dubai saranno sempre più frequenti.

2523 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: