2018 all’insegna del cambiamento per Assorpas, la principale associazione dei professionisti dei droni

0

Nuova presidenza, nuovo consiglio direttivo, nuove iniziative: Assorpas, la prima (non solo anagraficamente) associazione di professionisti del mondo dei droni lancia un ambizioso piano di rinnovamento per il 2018.

Il 2018 sarà un anno di forte rinnovamento per ASSORPASSi tratta un cambiamento preparato con cura nell’arco della seconda metà di quest’anno e che ha già portato all’aggiornamento dello statuto dell’associazione, applicato nel corso dell’elezione del Consiglio Direttivo che resterà in carica per il prossimo triennio.
Il nuovo Consiglio ha già messo a punto le nuove linee di azione e gli obiettivi da perseguire nel corso del prossimo anno.

Convenzioni e servizi
Il primo passo è verso i soci e prevede lo sviluppo di nuovi servizi e nuove convenzioni.
Ad oggi le convenzioni attive coprono una parte delle necessità dei soci e solo in parte affrontano temi di natura commerciale. 
Lo sforzo per l’anno venturo sarà indirizzato prevalentemente in questa direzione stipulando accordi con produttori di beni e servizi e valutando l’opportunità di erogare alcuni servizi in maniera diretta.

Quote associative
Altro cambiamento sarà nelle quote associative, che saranno ridotte rispetto all’attuale.
Com’è noto, il nuovo statuto prevede due categorie principali di soci: ordinari sostenitori.
soci ordinari sono quelli in possesso di tutte le facoltà derivanti dalla presenza in associazione (come il voto in assemblea) e avranno pieno accesso a tutte le convenzioni stipulate dall’associazione.
Per essi la quota d’iscrizione 2018 sarà di € 199,00.
soci simpatizzanti sono invece persone che intendono sostenere l’associazione con un piccolo contributo ricevendo in cambio informazioni e l’accesso in forma ridotta alle convenzioni.
Per questa categoria la quota 2018 è di € 49,00.
Esiste poi una terza classe di soci, che pur essendo soci ordinari a tutti gli effetti, scelgono di sostenere una speciale quota maggiorata per sostenere le attività di ASSORPAS. Si tratta dei soci sostenitori che possono aderire pagando una quota che parte da € 750,00. Questi soci riceveranno in cambio una speciale visibilità sul sito web www.assorpas.it, nelle manifestazioni organizzate dall’associazione e su tutti i documenti da essa pubblicati.
Il Consiglio si è già attivato per raccogliere le prime adesioni.

Semplificazione organizzativa
Altro piccolo ma importante cambiamento riguarda l’organizzazione territoriale che, com’è noto, si basa su una serie di delegati regionali selezionati dal consiglio.
In fase di rinnovo delle deleghe si è deciso di semplificare la struttura geografica di riferimento individuando poche macro-aree (Nord-ovest, Nord est, Centro, Sud, Sardegna e Sicilia) i cui referenti agiranno sotto il coordinamento di un membro del CD. Questa figura avrà anche il ruolo di coordinare le cosiddette deleghe tematiche (relazioni internazionali, comunicazione, ecc.) e i gruppi di lavoro per creare le necessarie sinergie tra i varo campi di azione in cui si svolge la nostra attività.

Apertura all’esterno
ASSORPAS oggi rappresenta essenzialmente piccole e piccolissime aziende. Mancano tra i soci soggetti di dimensioni superiori. Si tratta di un riflesso dello stato del comparto italiano APR e di una eredità di un contesto in cui le scelte che ne hanno condizionato lo sviluppo avvenivano soprattutto a livello nazionale. La nuova prospettiva europea richiede necessariamente forme di aggregazione tra soggetti di natura e dimensione diversa con la creazione di alleanze su obbiettivi specifici. Su questa base il CD ha già avviato contatti informali con grandi aziende, anche con quelle che si possono configurare come utilizzatori finali dei servizi con APR allo scopo di coinvolgerle nell’associazione.
Lo stesso approccio vale per le istituzioni. Ad oggi ASSORPAS ha avuto prevalentemente rapporti con ENAC o con la PA locale.
Il nuovo CD ha già inviato lettere d presentazione e di richiesta di incontro ai titolari principali dicasteri le cui competenze sono in vario modo connesse con l’utilizzo degli APR.
Il rapporto con ENAC ovviamente prosegue e analoghe lettere di presentazione sono state inviate ai principali rappresentanti dell’Ente. Presidenza e Direzione Generale hanno immediatamente risposto.

692 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: