USA: Tre uomini sospettati di contrabbando di parti di drone alle milizie di Hezbollah

0

Il Ministero della Giustizia americano ha reso noto di aver aperto un procedimento penale su tre persone sospettate di contrabbandare alle milizie Hezbollah in Libano componenti essenziali di droni. Hezbollah è un partito politico Sciita libanese, filoiraniano, che gli USA considerano terrorista, ma non così l’Unione Europea e di conseguenza l’Italia, dove le milizie Hezbollah sono considerate unità combattenti. Per l’Europa Hezbollah è un interlocutore politicamente legittimo e considerato un membro della coalizione che sostiene il governo libanese.

Da tempo si sa che le milizie di Hezbollah fanno largo uso di droni, per lo più autocostruiti ad ala fissa, per le operazioni di guerriglia contro lo Stato di isreaele. i componenti per la costruzione dei droni da guerra di hezbollah vengono ovviamente dall’occidente, e nei giorni scorsi il Ministero della Giustizia americano ha avviato un procedimento penale nei confronti di tre persone: due già in carcere in Sudafrica, i fratelli Usama Darwich Hamade e Issam Darwich Hamade, mentre una terza persona, Samir Ahmed Berro, è latitante.

I tre sono accusati di associazione per delinquere a fini di terrorismo, per aver messo in piedi una rete per contrabbandare in Libano parti di aeromodelli utili per costruire droni da combattimento, in particolare motori a pistoni e jet, oltre a diversa elettronica per il volo autonomo e radiocomandato. I fatti contestati ai tre uomini, tutti di nazionalità libanese, risalgono al periodo tra il 2009 e il 2013.

844 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: