Droni militari usa e getta: potrebbero essere fatti di soli funghi?

0

Negli USA, la DARPA (Agenzia per i Progetti di Ricerca Avanzata per la Difesa) è alla continua ricerca di nuove tecnologie e soprattutto nuove idee da applicare ai droni militari per migliorarne le capacità, e non solo.

Tra i vari progetti proposti ce n’è infatti uno davvero originale, ossia quello di un drone per le consegne completamente realizzato con materiali biodegradabili, in grado di autodisintegrarsi e sparire nel nulla dopo aver compiuto la missione. L’idea di un drone usa e getta, fatto essenzialmente di cartone assemblato con nastro adesivo, non è una novità assoluta.

Gli attuali prototipi, sviluppati dall’azienda OtherLabs di San Francisco, sono chiamati APSARA (Aerial Platform Supporting Autonomous Resupply/ Actions). I droni APSARA sono degli ala fissa che possono trasportare un carico massimo di 1kg, si sganciano in volo da un aereo o da un altro drone e, usando il pilota automatico e il GPS alimentati da una batteria usa e getta, sono in grado di planare fino a coprire una distanza massima di 150 chilometri, atterrando con una precisione di 10 metri nei pressi del target.

La novità sta nel fatto che i ricercatori stanno ora studiando il modo per sostituire il materiale di base della struttura, passando dal cartone al micelio. Sì, avete capito bene, un drone fatto praticamente di materiale fungino che garantirebbe simili performance in termini di resistenza, ma che potrebbe essere impregnato con spore attive in grado di “digerire” l’intero telaio in pochi giorni. Studi sull’uso di materiali alternativi per i telai dei droni circolano da anni, ma finora non si era mai visto un progetto di drone ad ala per uso militare.

L’idea può sembrare bizzarra, ma è chiaro che in molti scenari bellici e contesti territoriali complicati il viaggio di ritorno di un drone per le consegne alle truppe dislocate o alle popolazioni colpite implica non solo numerose difficoltà tecniche, ma rappresenta anche un’operazione estremamente costosa. In questo senso, un drone capace di non lasciare traccia di sé può essere molto utile.

1179 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: