USA: Uno sciame di droni manda all’aria un’operazione dell’FBI

0

Durante una missione per la liberazione di un ostaggio, un team dell’FBI è stato attaccato da uno sciame di droni, che hanno disturbato gli agenti e mandato all’aria l’operazione. E’ successo lo scorso inverno, ma ne è stata data notizia solo ora

Le informazioni sono poche e frammentarie, ancora non sappiamo né quanti né che tipo di droni hanno attaccato gli agenti americani, durante una operacìzione per il salvataggio di uno o più ostaggi (anche su questo non abbiamo informazioni).

Insomma, una storia molto nebulosa, l‘FBI si trincera dietro al segreto visto che probabilmente l’ostaggio, o gli ostaggi, ancora non sono stati liberati e le indagini sono in corso. A quanto riporta Joe Mazel, capo dell’unità dell’FBI’ che si occupa di crimini federali tecnologici, i criminali avevano portato con sé diversi droni (“A swarm”, uno sciame, nell’originale inglese) tenuti in degli zaini e quando gli agenti si sono appostati per il blitz li hanno usati per disturbare le operazioni, con velocissimi passaggi radenti sulle loro teste. I droni, rivela ancora Mazel, avrebbero diffuso in tempo reale sui social le immagini prese dalla camera di bordo, a disposizione di complici e altre gang. Una pratica di controsorveglianza sempre più diffusa tra la malavita americana, afferma ancora il funzionario dell’FBI.

1109 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: