Drone Parrot Anafi: si comincia a vedere qualche trecentino. La proposta di Mediavision Production

0

Il nuovo nato di casa Parrot pare destinato a detronizzare lo Spark come SAPR inoffensivo. E qualcuno comincia a lavorarci seriamente sopra. Tra i primi, abbiamo trovato molto intrigante la sperimentazione di Mediavision Production, che già sta volando. Anche se c’è ancora parecchio da lavorare sull’estetica, a nostro parere.

“Gli approcci per alleggerire un Parrot Anafi possono essere essenzialmente due”, ci dice Maurizio Benvenuti di Mediavision Production Srl.  “il primo è quello di modificare la batteria diminuendone l’amperaggio, sostituendo gli elementi originali con elementi più leggeri, lasciando inalterata l’elettronica. Ma facendo ciò si diminuisce la durata del volo, diciamo da 25’ a 10’/12’/13′. Alternativamente si può provare a lasciare inalterata la batteria originale ed il tempo di volo cercando di eliminare peso sostituendo o modificando parti della scocca. Tra l’altro non va dimenticato che bisogna inventarsi i para eliche, che non è proprio una cosa semplicissima”.ù

Voi che strada avete scelto?
“Noi abbiamo seguito la seconda strada, abbiamo privilegiato la durata del volo, ben 25’ minuti volo, fondamentale per chi usa i droni per lavoro. La modifica più evidente è stata l’eliminazione delle plastiche della batteria, altra modifica è stata  apportata alla copertura inferiore, sostituendola con una più leggera da noi progettata.”

E per i paraeliche come vi siete regolati?
“I para eliche sono stati un bel grattacapo per disegnarli, dal momento che non ne esistono di originali da cui prendere ispirazione”.

Come mai avete deciso di trecentizzare l’Anafi?
“L’Anafi 300 vola che è una meraviglia e diciamolo pure, cosa si può volere di più da un trecentino? 4K, 25’ minuti di volo, telecamera ruotante di 180 gradi, zoom senza perdita di qualità, stabilizzazione immagini insuperabile. Semplicemente ciò che mancava.  Tutti i nuovi droni non potranno prescindere dalle innovazioni apportate da Parrot, come la stupefacente camera con rotazione di 180 gradi e lo zoom e ve lo dice uno che fa TV da quarant’anni”.

A che punto sono i vostri lavori?
“Faremo il riconoscimento Enac fra poche ore.  Le realizzazioni dello “Spark Pro” e dell’Anafi 300 sono state concepite per il nostro lavoro di produzione televisiva (lavoriamo in esclusiva per la TV pubblica del Giappone NHK) e al momento non abbiamo considerato la commercializzazione, ma forse un pensierino lo dovremmo fare…”

 

 

 

 

 

8126 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: