FAA consente uso dei droni a compagnie elettriche

0

La FAA concede l’uso dei droni in via sperimentale a compagnie elettriche e gas per rilievi e monitoraggi delle loro linee.

In attesa della  emissione del regolamento sul uso dei droni UAV o alla italiana APR – Aeromobili a Pilotaggio Remoto – la FAA Federal Aviation Administration equivalente del nostro Ente Nazionale Aviazione Civile ha permesso l’uso dei droni in via sperimentale ad alcune aziende di utilities per il monitoraggio e il rilevo dei loro gasdotti o elettrodotti.

In questo particolare momento FAA è sottoposta a forti pressioni da parte della industria cinematografica e da aziende di grosso calibro quali Amazon per l’emissione del regolamento. Con una una nota rilasciata  qualche tempo addietro l’agenzia ha dichiarato che non sa se riuscirà a mantenere  i tempi con l’emissione della normativa,

Tale permesso temporaneo è stato concesso SDG&E e solo per alcune zone della California ed esattamente nei pressi di San Diego, aree scarsamente popolate e in assenza di insediamenti  civili o industriali. Sino ad oggi la FAA ha rilasciato 94 certificati, a 13 operatori civili di cui solo 20 per piccoli droni.

Il sistema autonomo senza pilota – UAS – che gode si speciali permessi pesa meno di 1 Kg e ha un diametro di 16cm. Dimensioni e peso sono probabilmente una degli argomenti che hanno convinto la Federazione statunitense a concedere la speciale autorizzazione.

“Il sistema aereo senza pilota ci fornisce un importante  strumento”, ha dichiarato Dave Geier, vice presidente di SDG&E.  “Questa tecnologia versatile ci permetterebbe di migliorare la nostra risposta alle situazioni di emergenza quali incendi, nonché le ispezioni complete aeree in aree remote che sono altrimenti di difficile accesso, e individuare la causa di interruzioni con maggiore tempestività. Con l’uso di questi dispositivi, speriamo di migliorare l’affidabilità della rete energetica e promuovere la sicurezza pubblica a vantaggio di tutta la regione. ”

 

1373 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: