Il trasporto di sangue con i droni si tinge di giallo. ENAC indaga, ABZero ribatte: “Tutto regolare”

0

Nella giornata del 21 ottobre 2018, è stato svolto un volo dimostrativo nella città di Pontedera, nel quale un drone ha trasportato a mezzo di un apposito contenitore, una sacca di sangue tra un punto e l’altro, in prossimità dell’ospedale Felice Lotti.

Il drone di ABZero, di cui abbiamo già parlato diverse volte nei nostri articoli, ha effettuato una dimostrazione pubblica, per il trasporto di sangue da un punto e l’altro. Dimostrando quindi la possibilità di effettuare un trasporto tra il centro trasfusionale di Pontedera e una altro sito.

La missione è stata svolta correttamente e tra gli applausi del pubblico, ivi compreso il vice sindaco di Pontedera.
Il team di ABZero srl, aveva già effettuato decine e decine di volte questo tipo di missione, ma mai sul suolo pubblico e svolgendo quella che in gergo aeronautico e “dronistico” viene definita come operazione specializzata critica.
Il decollo e l’atterraggio del drone multirotore che trasporta la speciale capsula adatta dal punto di vista medico a trasportare sangue ed emoderivati senza alternarne le caratteristiche è stato eseguito nelle vie del centro cittadino nei pressi dell’Ospedale.

VIDEO DELLA PROVA DI TRASPORTO SANGUE A PONTEDERA

Per eseguire questo tipo di operazioni, è necessario richiedere all’Ente Nazionale Aviazione Civile alcuni speciali permessi e il volo deve rispettare requisiti di sicurezza definiti e ben chiari.

ENAC con un comunicato stampa, emesso in data odierna 22 ottobre 2018, specifica che:
“Con riferimento alle notizie di un volo sperimentale realizzato ieri, 21 ottobre 2018, a Pontedera (Pisa) dalla società ABzero con un drone utilizzato per il trasporto di sangue, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile precisa quanto segue.
Diversamente da quanto dichiarato da alcune persone della società ABzero, al momento non è in corso alcuna attività di sperimentazione autorizzata dall’ENAC.
L’operatore ABzero S.r.l.s. ha presentato all’ENAC un’autocertificazione per poter effettuare operazioni con il drone a linea di vista (VLOS). Le operazioni dichiarate, in ogni caso, non prevedono il sorvolo né di persone, né di strade aperte al traffico, dato che comportano prescrizioni tecniche specifiche rapportate al peso del drone.
L’attività svolta il 21 ottobre, presumibilmente in scenari con operazioni oltre la linea visuale del pilota, non è stata autorizzata come attività sperimentale dall’ENAC e per le quali va sempre richiesta la preventiva autorizzazione.
L’Ente, pertanto, sta procedendo con le verifiche di competenza per accertare se le operazioni effettuate siano state svolte in scenari diversi da quelli contenuti nella dichiarazione resa dall’operatore.”

Link al comunicato stampa pubblicato dall’Ente Nazionale Aviazione Civile

ABZero ribatte: “Tutto regolare, era un normale volo a vista in scenario standard”

Pronta la risposta di ABZero, che con un documento non firmato che Andrea Cannas di ABZero ci ha fatto pervenire in redazione pare rimandare al mittente le accuse: “Le operazioni condotte nella città di Pontedera il 21/10/2018 sono inquadrate negli scenari standard S03 pubblicati dalla stessa ENAC e per i quali ABzero srls è autorizzata” dichiarano i responsabili della società sotto accusa. e rilanciano: “Tutte le operazioni sono state condotte in VLOS nel rispetto di tutte le prescrizioni tecniche del caso”. Nella difesa del suo operato, ABZero precisa inoltre che “L’operazione si è svolta interamente sotto il costante controllo del pilota che non ha mai perso di vista l’APR, tanto in considerazione anche del breve tragitto percorso dallo stesso”, contestando direttamente le deduzioni del’Authority aeronautica nel punto in cui ipotizza che parte del volo sia avvenuto in BLOS, quindi fuori della visuale diretta del pilota.

ABZero precisa anche che “Le zone interessate dal sorvolo sono state interdette, per il tramite della Polizia Municipale del comune di Pontedera, dal traffico pedonale e veicolare”. Inoltre, sempre secondo ABZero, la sperimentazione non sarebbe di competenza dell’ENAC in quanto sostengono che “Le sperimentazioni che ABzero srls sta svolgendo riguardano la parte ingegneristica della propria capsula intelligente e la validazione clinica del trasporto di emazie per via aerea“, e quindi non le procedure di volo. “Per quanto concerne la sperimentazione aeronautica la stessa società ABzero srls, ben consapevole della normativa vigente, ha affermato la propria intenzione di iniziare un dialogo con ENAC per poter iniziare la predetta sperimentazione, ne è testimonianza l’invio il giorno 19 ottobre 2018 alle ore 12:36 di una email avente ad oggetto la richiesta di informazioni e supporto per inizio di attività di ricerca e sviluppo; data la rilevanza del progetto e i possibili benefici che lo stesso potrebbe portare a tutta la collettività in termini di tempestività di consegna di materiale salva-vita, l’occasione è propizia per richiedere ad ENAC un sollecito riscontro alla email inviata e l’inizio di un dialogo costruttivo al fine di pervenire allo sviluppo del progetto” dicono ancora in ABZero.

Le operazioni si sono svolte con il patrocinio del Comune di Pontedera che, come riportato nella delibera succitata ha attivato tutte le procedure di comunicazione, pubblicità e informazione al fine di avere la massima partecipazione all’evento e la maggiore visibilità possibile; si è infatti registrata la presenza di diversi rappresentanti delle Istituzioni. L’evento del 21/10/2018 è, oltretutto, stato preceduto, in data 16/10/2018, da apposita conferenza stampa indetta dal Comune di Pontedera” continua il comunicato ABZero, che si dice disposto a collaborare con l’Authority per l’accertamento dei fatti: “Relativamente, infine, alle verifiche di competenza che ENAC svolgerà per accertare lo svolgimento delle operazioni, la scrivente società precisa che si rende fin da ora disponibile a fornire la documentazione del caso al fine di dimostrare la correttezza di quanto svolto”.

Link al comunicato ABZero

1562 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: