DJI Mavic 2 Dual Enterprise prova in volo e test accessori

0

Uscito da qualche mese e utilizzato certamente da decine di operatori italiani il drone DJI Mavic 2 Dual Enterprise offre caratteristiche tecniche e sopratutto versatilità di impiego che lo rendono un prodotto interessante a un prezzo tutto sommato non esagerato.

Grazie alla collaborazione tra Attiva Spa e GoCamera.it rivenditori di prodotti DJI, abbiamo testato in volo il DJI Mavic 2 Enterprise con accessori inclusi, quali Speaker, Altoparlante e ovviamente la termo-camera annessa.
Il nome Dual deriva per l’appunto dal fatto di possedere una video camera standard che registra sullo spettro del visibile e una termo camera che registra sullo spettro degli infrarossi.

Come vola il drone DJI Mavic 2 Dual Enterprise

Le impressioni di volo sono quelle solite dei droni DJI e in particolare della nuova serie dei Mavic 2. Volo perfetto, stabilità in hovering (volo stazionario fisso su un punto) imbarazzante da tanto sia precisa, insomma a dire il vero, il titolo di questo articolo riporta anche le prove di volo, ma in realtà vi linkiamo ad altre nostre recensioni sempre del drone DJI Mavic 2.
Abbiamo invece voluto approfondire il discorso relativo al faro con doppio LED e allo speaker.[Leggi qui per le caratteristiche tecniche, le prime impressioni del drone DJI Mavic 2 normale e  Dual]

Prova del doppio faro a LED

Dopo aver eseguito un decollo e aver posizionato il DJI Mavic 2 Dual Enterprise a una distanza di qualche metro da noi e nonostante fossimo in pieno giorno, abbiamo a distanza acceso il faro LED da 26Watt che a 30 metri fornisce un illuminazione di 11Lux. Numero che teoricamente potrebbe dire po o o niente, in realtà osservando il video in testa all’articolo e considerando la luce diurna, si percepisce immediatamente l’effettivo e pratico uso di questo accessorio.

Prova dello speaker del drone DJI Mavic 2 Dual Enterprise

Un altro test che avuto un risvolto piacevolmente inaspettato era quello dello speaker montato sul Mavic 2 Enterprise. Onestamente una volta in volo e in campo aperto non ci aspettavamo un funzionamento così efficace. Lo speaker da 10Watt di consumo, stando ai dati di targa, eroga un volume sonoro di 100db a 1 metro di distanza. Che ovviamente è un valore molto alto. Per fare un esempio una sirena da antifurto casalingo arriva a 120/130db.
Qui noi dobbiamo considerare invece che non ci interessa assordare un probabile disperso, ma far giungere la nostra voce a decine di metri di distanza.
Ebbene la prova ha avuto un esito positivo, dopo aver posizionato il drone DJI Mavic 2 Dual Enterprise a circa una 40na di metri da noi, abbiamo mandato in play il messaggio precedentemente registrato ed era perfettamente udibile nonostante il passaggio delle autovetture nei presso e il forte vento.
Il messaggio non è in tempo reale, ma va registrato e poi mandato in onda. E’ possibile inviare anche files audio già presenti sullo smartphone

Prova della camera termica a infrarossi installata sul DJI Mavic 2 Dual

Per ultima la prova sulla camera termica. Occorre fare una doverosa premessa, non siamo esperti di termocamere e non abbiamo alcune esperienza in termografia o nel recupero di persone disperse.
La nostra esperienza sui droni, tuttavia ci suggerisce alcune considerazioni e possibili impieghi d’uso.
Innanzi tutto la prova eseguita in pieno giorno, ovviamente non esalta le peculiarità della camera a infrarossi montata sul Mavic 2 Dual.
La camera termica installata ha un sensore con una risoluzione di 160×120 px e una banda spettrale di 8-14 μm con una immagine restituita finale di 640×480 a 4:3 o 640×360 a 16:9.

Come dicevamo, rimanendo a una distanza di circa una 20 di metri da noi e ha 5 metri di altezza circa, abbiamo rilevato senza difficoltà le sagome dei corpi e indicando un preciso punto sullo schermo anche la temperatura specifica di quel punto. Non siamo in grado di dire se tale valore corrispondesse al vero, certo è che comunque un parametro ci è stato mostrato.
Combinando poi la visione termica con quella ottica,usando la modalità MSX (vedi foto in sopra) si evidenziano i contorni dei soggetti, rendendo più facile l’identificazione di ciò che si sta osservando.

Drone DJI Mavic 2 Dual Enterprise, è adatto per le missioni di ricerca e soccorso?

Immagine mista a infrarossi e ottica con modalità MSX

Ora arriviamo alla domanda cruciale, può un drone come il DJI Mavic 2 Dual Enterprise essere di effettivo uso per una missione di ricerca e soccorso?
La nostra risposta è probabilmente si, ovvero in assenza di altri mezzi più performanti con camere termiche con una risoluzione maggiore e con una più ampia gamma spettrale è preferibile, ma…C’è sempre un “ma”!
Una camera con maggiori prestazioni di quella inserita sul Mavic 2 Enterprise ovviamente esistono e la stessa FLIR ne produce per tutte le tasche. Sono ovviamente più costose, per alcuni modelli certamente più ingombranti e sopratutto più pesanti. Occorre un drone per il loro trasporto che abbia un gimbal adatto e comunque alla fine serve sempre anche una camera ottica.

Stessa immagine di sopra, ma solo in modalità ottica

Il drone DJI Mavic 2 Dual Enterprise ha già una doppia fotocamera integrata, vola come tutti i DJI quindi facilmente e senza particolari sorprese. Ha una ottima autonomia di volo oltre i 25 minuti, è facilmente trasportabile essendo pieghevole ed estremante leggero, tutto sommato costa il giusto.
Nella eventualità di una missione di ricerca dispersi, si può fare una prima “passata” con la termocamera e una successiva con il faro acceso e la camera ottica.
Volando sufficientemente bassi sulla zona da perlustrare, qualche risultato accettabile si può raggiungere a nostro avviso.
E la differenza tra il poter uscire con un drone dotato di una sola camera ottica e uno con la possibilità di effettuare uno switch in volo tra camera ottica e a infrarossi, senza atterrare con solo comando software, potrebbe essere determinante nel coadiuvare le operazioni di ricerca e soccorso.

Per quanto riguardi gli impieghi industriali, quali la valutazione delle performance di un impianto fotovoltaico o avere una mappa sulla dispersione di calore di un cappotto esterno di un palazzo o un tetto, quasi sicuramente la risposta è favorevole: il drone DJI Mavic 2 Dual Enterprise è consigliato.

Quanto costa il drone DJI Mavic 2 Dual Enterprise


Questa tipologia di droni è dedicata, stando alle intenzioni del costruttore DJI Innovation a un pubblico di professionisti o comunque di utilizzatori il cui impiego sia indirizzato principalmente nel campo industriale.
Questo non per giustificare il prezzo di euro 2899,00 che comprende anche il sistema di rilevamento di altri aeromobili Airsense grazie a un ricevitore ADS-B integrato. Tutti i sensori anti collisione oramai standard nella serie di droni Mavic 2.
Insomma si tratta di un oggetto certamente non dedicato agli hobbysti ma diventa una specie di entry level nella categoria Enterprise per utilizzatori il cui uso di un drone della serie Matrice ad esempio sia eccessivo, sia per i pesi, sia per gli ingombri, sia per i costi.

Contenuto della valigetta con il drone DJI Mavic 2 Dual Enterprise e i suoi accessori, Speaker, Beacon, Faro LED

 

 

 

953 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: