Amazon diceva sul serio: in Inghilterra partono i test di PrimeAir, la consegna con i droni

0

Amazon se ne infischia dello scetticismo della comunità dei droni (compreso il nostro, a dire il vero) e annuncia di avere intenzione di testare i droni corrieri  a Cambridge, in Inghilterra, per offrire ai consumatori le consegne in giornata. Com’è arcinoto, il gigante a stelle e strisce aveva annunciato con grande clamore alla fine dell’anno scorso che stava valutando i droni come un modo per ridurre drasticamente il tempo necessario a consegnare gli ordini ai clienti. Tutti, compresi noi di DronEzine avevamo pensato a una sempliuce boutade pubblicitaria. E non abbiamo cambiato idea neanche quando,lo scorso Luglio, la stessa Amazon aveva reso noto di aver chiesto alla Federal Aviation Administration (l’Enac americana) il permesso di testare droni in grado di volare a 50 miglia all’ora per un massimo di 30 minuti per consegnare pacchi di peso fino a 2,3 kg di peso.

Ora Amazon fa un’altro passo, e dopo aver acquisito la startup inglese Evi Technologies sta assumendo esperti aeronautici,tra cui  un ingegnere per le operazioni di volo di Prime Air: “preferibilmente con esperienza di collaudatore per aerei con o senza equipaggio” recita l’annuncio. Altri ruoli aperti includono un ricercatore senior e un team leader. Amazon non è sola in questo tentativo un po’ donchisciottesco: in Australia Google ha mostrato il suo progetto di consegne via drone  con un aereo ad ala fissa rivolto ai contadini dell’interno del continente, che come la zona di Cambridge è fatta di ampi spazi aperti, poche piogge e traffico aereo scarso se non inesistente. A Settembre, la tedesca DHL ha annunciato un servizio regolare di consegna con droni, usando il “parcelcopter“, un quad destinato a portare piccoli pacchi nell’isola di Juist, poco più di un banco di sabbia 12 chilometri al largo della costa tedesca del Mare del Nord, dove vive una comunità di 2 mila anime.  Le consegne sperimentali tedesche comprendono farmaci e altri beni urgenti. I voli saranno automatici, ma le consegne di DHL saranno costantemente monitorate da una stazione a terra per garantire la sicurezza e la conformità alle normative del traffico aereo europeo.

1856 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: